Covid, ancora alto il numero dei morti: sono 785. In calo il rapporto tra contagi e tamponi

Numero dei morti ancora vertiginoso: 785. Rapporto contagi / tamponi al 10,62%, ieri era al 12,5%. Continuano a svuotarsi le terapie intensive

Covid, ancora molto alto il numero dei morti: 785

Sono 19.350 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia da ieri, a fronte di 182.100 tamponi effettuati.

Il rapporto di nuovi contagi sui tamponi continua dunque a scendere: 10,62%.

Ieri il tasso era del 12,5%. Ancora molto alto il numero dei decessi, oggi sono 785.

Continuano  invece a svuotarsi le terapie intensive: -81 in ventiquattro ore.

Ieri erano occupati 3744 posti in tutta Italia, oggi siamo scesi a 3663.

“Rispetto a una o due settimane fa situazione in miglioramento” ma “non vuol dire che sia di tutta tranquillità, tutt’altro”, ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza.

“Abbiamo incidenze ancora elevate – ha aggiunto Rezza- con un Rt che scende.

Rispetto al numero di tamponi siamo di poco al di sopra del 10%.

Percentuale che tende ad abbassarsi ma ancora abbastanza critica“.

Numero dei morti da covid, Rezza: ultimo indicatore a calare

Per quanto riguarda i decessi, per Rezza “purtroppo sappiamo che è l’ultimo indicatore a calare, è naturale che abbiamo una scia così lunga”.

Per approfondire:

COVID-19, la realtà delle terapie intensive nella seconda ondata della pandemia: lo sguardo di un medico

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.