Covid, oggi 853 decessi: è il dato più alto della seconda ondata. Frenano le terapie intensive

Covid, oggi 853 decessi: il tasso di positivi scende al 12,3%. Locatelli: “Proseguiamo con la nostra strategia”

Covid, 853 decessi di oggi

Nelle ultime ventiquattro ore sono stati 853 i decessi da coronavirus registrati in Italia, è il dato più alto della seconda ondata.

E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino sul coronavirus emesso da Protezione Civile e Ministero della Salute.

I nuovi contagi sono stati invece 22.930 a fronte di 188.659 tamponi effettuati. Il tasso di positivi scende quindi al 12,3% dopo essere oscillato nei giorni scorsi tra il 14% e il 15%.

Frenano le terapie intensive, nelle ultime ventiquattro ore sono stati 6 i nuovi ingressi registrati.

In tutto ora sono 3816, domenica erano 3801. Negli ultimi otto giorni gli ingressi sono stati 324.

“Come sappiamo- ha spiegato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza- anche quando tendono a diminuire i nuovi casi grazie all’impatto delle misure prese gli indicatori che calano per ultimi sono proprio quelli relativi al sovraccarico delle terapie intensive e al numero dei decessi.

C’è cauto ottimismo perchè diminuiscono i positivi, controbilanciato da questi numeri sui decessi, sappiamo che gli effetti di questa lunga scia si vedranno per diverso tempo”.

Emergenza covid, record di decessi oggi per la seconda ondata. Locatelli: proseguire strategia messa a punto

Secondo il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli il rapporto positivi-tamponi a 12,31 per cento, “conferma una chiara riduzione della trasmissibilità.

Le terapie intensive sono 6, i ricoveri 120 – ha aggiunto – Indubitabilmente questi indicatori vanno nella riduzione sperata, e servono per trovare ulteriore motivazione a perseguire tutta la strategia messa a punto”.

Per approfondire:

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.