Esplosione nei pressi dell’ufficio del Partito Comunista in Cina

Una serie di esplosioni avvenute di fronte all’ufficio del Partito Comunista mercoledì mattina, nella regione settentrionale cinese, hanno ucciso una persona e ferito altre otto.

Le esplosioni sono avvenute attorno alle 7.40 di mattina, ora locale di Taiyuan, capitale della provincia di Shanxi.

L’emittente televisiva di stato CCTV ha riportato sul proprio account Weibo che diversi ordigni sarebbero esplosi di fronte al cancello degli uffici provinciali del Partito Comunista di Shanxi. Il Partito è rimasto in carica in Cina per oltre 60 anni.

Le esplosioni hanno frantumato i finestrini di veicoli in transito nella zona e danneggiato le gomme degli stessi. La polizia ha immediatamente provveduto a chiudere le strade vicine alla scena dell’esplosione.

Almeno una persona avrebbe perso la vita nell’incidente, mentre altre otto sarebbero rimaste ferite. Il numero esatto di feriti rimane però provvisorio.

Le autorità stanno investigando sulle cause dell’esplosione.

I commenti sono chiusi.