IAP: Quando e perchè valutare la pressione intraddominale?

La pressione intraddominale (IntraAbdominal PressureIAP) è definita come la pressione interna alla cavità addominale allo stato stazionario ed è influenzata dalla compliance delle pareti addominali (in parte rigide – colonna vertebrale, pelvi, arcate costali, ed in parte flessibili – parete addominale, diaframma) e dal volume del contenuto addominale (organi solidi, visceri cavi, raccolte, lesioni occupanti spazio). 

Quanto dovrebbe misurare la pressione intraddominale IAP? Quando si eleva?

Per delineare dell’ipertensione addominale facciamo riferimento alle definizioni della World Society of the Abdominal Compartment SyndromeWSACS (Updated consensus definitions and clinical practice guidelines – full text). Si ritiene normale una IAP di 5-7 mmHg nel paziente critico adulto, mentre si definisce ipertensione addominale (IntraAbdominal hypertensionIAH) un aumento ripetuto e/o sostenuto della pressione intraddominale ≥12 mmHg, ritenuto inappropriato nella maggior parte dei pazienti (un aumento acuto a 10-15 mmHg è in grado a compromettere la perfusione degli organi viscerali).

Esiste una gradazione della IAH:

The post IAP – IntraAbdominal Pressure appeared first on EM Pills.

from EM Pills http://bit.ly/1jeGsFX
via IFTTT

PER APPROFONDIRE:

RICONOSCIMENTO, VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DELL’IPERTENSIONE ADDOMINALE

I commenti sono chiusi.