IES Infermieri in Emergenza e Soccorso torna per confrontarsi su problemi giuridici e operativi


Gli infermieri di area critica che operano in emergenza e soccorso sono professionisti che hanno problematiche legali e operative molto complesse. Per questo il Congresso IES parla e racconta le esperienze e l’impatto della figura infermieristica nel soccorso pre-ospedaliero. La terza edizione dello IES si terrà a Iseo dal 23 al 24 maggio 2019. Iscrizioni aperte.

ISEO – La figura dell’infermiere, per acquisire sempre più autonomia e autorevolezza nel sistema sanitario italiano non ha bisogno solo di battaglie politiche. Ha bisogno soprattutto di formazione di alta qualità. Sapere e capire quali aspetti legali, giuridici e operativi toccano maggiormente la figura infermieristica è cruciale per imparare a fare le cose meglio, con maggiore sicurezza e tutela. Per questo motivo il mondo dell’emergenza extra-ospedaliera e del soccorso ogni due anni organizza IES. In un periodo in cui è richiesta sempre maggiore presenza di infermieri in ambulanza, con competenze avanzate, questo congresso diventa un momento di confronto e verifica periodica davvero molto importante.

La locandina del terzo convegno nazionale IES

La formazione per il professionista infermiere che sale in ambulanza o sull’elisoccorso nel 2019 vedrà a Iseo, il 23 e 24 maggio, un momento davvero particolare di apprendimento. Il Congresso Nazionale IES organizzato dalla HEMS Association con Fondazione Volta permette a tutti i professionisti del settore di ottenere formazione e contenuti altamente professionalizzati. Questo evento si concentrerà su 5 aspetti che hanno riscontrato sempre maggiore curiosità da parte degli infermieri di area critica. 


L’infermiere e la sua figura giuridica nell’emergenza sanitaria


Il 23 maggio la terza edizione del Convegno Nazionale IES sarà improntata all’aspetto medico-legale dell’emergenza intra ed extra ospedaliera. Triage, sicurezza dell’operatore, rapporto con la centrale operativa e legge Gelli/Bianco saranno analizzate, in qualche caso comparate con gli algoritmi infermieristici per capire meglio come, quando e dove si possono applicare i margini di autonomia della figura infermieristica. Sarà affrontato con attenzione il rischio giudiziario e il tema delle normative e dei criteri di responsabilità. Grazie ad un panel scientifico che coinvolge 16 fra infermieri specializzati e coordinatori infermieristici da tutta Italia, lo IES sarà senza dubbio un punto di confronto estremamente importante per approfondire il tema.


L’infermiere nelle catastrofi e nel supporto psicologico


Venerdì 24 maggio il congresso partirà invece con i principali case report che hanno reso noto il nostro paese nel mondo. Squadre USAR, team sanitari e VVF impegnati nel difficile scenario del Ponte Morandi discuteranno della formazione interdisciplinare e della squadra, delle difficoltà nell’approccio di maxi-emergenza sul territorio e soprattutto della gestione dello stress psicologico alla popolazione e agli stessi operatori. Proprio sul caso ponte Morandi, va ricordato, sono state fatte operazioni estremamente efficaci e imponenti, da analizzare.

Evoluzione dell’infermiere: l’elisoccorso e la specializzazione

Con la HEMS Association come promotore dell’evento – associazione che raccoglie tutti i direttori delle basi di elisoccorso italiane – non poteva mancare uno spazio alla professione più interessante e forse ancora troppo poco promossa nell’ambiente sanitario italiano, ovvero quella dell’infermiere di elisoccorso. La nuova e interessante esperienze della AREUS in Sardegna da spazio e modo ai protagonisti di questo nuovo servizio di raccontare come si è svolta la formazione e come sta procedendo la quotidiana operatività sugli elicotteri H145 e AW139 operativi a Cagliari, Sassari e Olbia. Ma l’evoluzione della figura dell’infermiere non è solo operativa, è ormai soprattutto organizzativa e dirigenziale. La nuova figura del SITRA e le proposte nazionali di rinnovamento saranno al centro degli ultimi punti del Convegno, che assegna diversi crediti ECM a seconda della categoria professionale. IES infatti – come ogni edizione – è aperto a infermieri, medici, tecnici del soccorso e soccorritori BLSD.

L’evento è possibile grazie al supporto dei main sponsor di HEMS Association

RELATORI E MODERATORI DI IES 2019

ALAIMO Calogero Coordinatore SUES Centrale Operativa 118 Caltanisetta
ALBERGONI Enzo Coordinatore Regionale Maxi Emergenze AREU
AMBROSETTI Fabio Avvocato
BATTARINO Giuseppe Magistrato
CAI Piero U.O. Psicologia Clinica e Psicoterapia – Ospedale S. Martino Genova
CANALINI Alberto Infermiere Specialista Emergenza Territoriale 118 Modena
CAPRILE Fabrizio Infermiere 118 Genova Soccorso
CERACCHI Alessandra Ares 118 Roma
CHIECCA Candida Coordinatrice Pronto Soccorso Spedali Civili Brescia
COLOMBI Lucia Dirigente SITRA AREU
DENTONE Cristiana Presidente SIPEM SOS sez. Liguria
DUSI Antonio Comando VVF Bergamo – USAR Lombardia
FARAVELLI Cristina Avvocato
FARINA A. Roberta Coordinatrice U.O.C. “118 Genova Soccorso”
GIANNELLA Giuseppe Infermiere SUEM 118 Verona
GIUNTI Alessandro Infermiere ET 118 Grosseto Elisoccorso Base Grosseto
LEARDINI Nicola Coordinatore Pronto Soccorso di San Bonifacio (VR)
LOI Stefano Infermiere AAT Brescia
MANGIACAVALLI Barbara Presidente Nazionale Ordine degli Infermieri
MARCONI Gianluca Responsabile AAT Sondrio
MUSATTI Paolo Direttore SITRA ASST Spedali Civili Brescia
PICCOLO Umberto Infermiere SOREU Laghi – AAT Como
RIGAMONTI Marcello Infermiere SOREU Laghi – AAT Como
SETTICASI Rosalba Coordinatore SUES Centrale Operativa 118 Palermo
SIRONI Stefano Dirigente Responsabile Formazione AREU
SPEZZATI Eddy Psicologa Psicoterapeuta, Istituto Europeo di Psicotraumatologia
ZAETTA Cristina Psicologa Psicoterapeuta, Associazione Psicologi per i Popoli – Veneto

RESPONSABILI SCIENTIFICI

ARRIGHINI Fabio Coordinatore Infermieristico AAT Brescia
PEDERCINI Giovanni Infermiere SOREU Alpina – AAT Bergamo
RIGAMONTI Marcello Infermiere SOREU Laghi – AAT Como



I commenti sono chiusi.