Il maltempo flagella l’Europa Orientale: grande risposta dei soccorritori

Ungheria, Serbia, Romania, Slovacchia, Bulgaria strette nella morsa del gelo contano centinaia di interventi di emergenza per soccorrere persone intrappolate nella neve con i loro veicoli o per ripristinare collegamenti elettrici e stradali. In alcune aree il manto nevoso ha superato i tre metri di altezza, molti villaggi nelle zone rurali sono isolati e irraggiungibili.

Le situazioni più difficili si sono verificate sulle autostrade: in serbia oltre mille automobilisti tratti in salvo da autobus, camion e auto intrappolate, così come sull’autostrada M1 in Ungheria, teatro di incidenti e di un lungo serpentone di veicoli coperto dalla neve. I treni in transito internazionale si sono dovuti fermare per l’altezza della neve e centinaia di viaggiatori sono stati evacuati e trasportati con mezzi alternativi. Superlavoro per le squadre di soccorso che, in alcuni casi, sono state coadiuvate da cingolati dell’esercito, unici mezzi capaci si superare neve e ghiaccio.

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.