Il Museo della Croce Rossa di Ginevra ha riaperto dopo 20 mesi di lavori di ristrutturazione

Il Museo internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa di Ginevra ha riaperto i battenti il 22 maggio scorso, dopo lavori di ristrutturazione e trasformazione durati quasi due anni.

La totalità dello spazio espositivo è stata completamente ripensata.
 L’esposizione permanente intitolata “L’avventura umanitaria” dispone di 600 mq supplementari ed è dotata delle ultimissime tecnologie in materia museografica, come ha sottolineato il direttore Roger Mayou.


Ginevra, luogo d’origine della Croce Rossa, ospita l’unico museo dedicato all’opera di Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa. Il museo, inaugurato nel 1988, ora ha una veste del tutto rinnovata. 

Il museo offre un approccio peculiare alle azioni umanitarie. Le racconta attraverso un percorso che vuole essere emozionale, ma anche di scoperta e riflessione. La nuova esposizione permanente “Das humanitäre Abenteuer” (L’avventura umanitaria) è suddivisa in tre sale tematiche, allestite da architetti di fama internazionale e provenienti da contesti culturali diversi.

I temi dell’esposizione sono la tutela della dignità umana (Gringo Cardia, Brasile), i ricongiungimenti familiari (Diébédo Francis Kere, Burkina Faso) e la limitazione dei pericoli naturali (Shigeru Ban, Giappone).

I commenti sono chiusi.