Imperia, nuova violenza per i soccorritori: tre ragazzi vandalizzano ambulanza e pestano un milite di 20 anni

Violenza sui soccorritori: un gruppo di tre ragazzi tra i 17 e i 18 anni ha danneggiato un’ambulanza della Croce Bianca di Imperia, picchiando un milite intervenuto per allontanarli.

 

E’ accaduto verso la mezzanotte, in piazza Roma, proprio di fronte alla sede della pubblica assistenza.

I tre sono saliti sul cofano, quindi sul vetro dell’ambulanza, per poi raggiungere il tettuccio, dove probabilmente ubriachi si sono messi a saltellare.

Il soccorritore, 20 anni, è uscito per farli scendere e loro lo hanno preso a calci e pugni, provocandogli un ematoma a un occhio e una ferita al ginocchio.

Portato in ospedale è stato curato e dimesso con dieci giorni di prognosi. I carabinieri hanno già identificato i tre ragazzi.

Violenza soccorritori, una situazione irrisolta

Il fatto di cronaca perpetua una situazione assolutamente irrisolta, che da troppo tempo coinvolge il mondo dei soccorritori, quello inerente alle aggressioni.

Non sembra aver inciso l’attività, più importante che mai, di aiuto in quest’epoca dominata dal Covid-19.

Migliaia di persone che hanno messo a repentaglio la propria salute e, invece che stare a casa, sono salite sull’ambulanza per soccorrere.

E però vengono picchiate selvaggiamente, e quasi sempre senza alcun minimo motivo.

L’Italia ha la possibilità di porre un freno, a questa situazione: è ora di prendere provvedimenti.

PER APPROFONDIRE:

VISITA IL SITO DELLA CROCE BIANCA DI IMPERIA

FOLLIA A NAPOLI, OPERATORE 118 AGGREDISCE SELVAGGIAMENTE EQUIPAGGIO DI AMBULANZA

ANPAS LOMBARDIA, DONATI 1540 CAMICI IDROREPELLENTI AI SOCCORRITORI

CORONAVIRUS, ANPAS AL GOVERNO: RISPETTO PER I LAVORATORI VOLONTARI

GIORNATA DELL’INFERMIERI, FNOPI FESTEGGIA ONLINE

THAILANDIA, AMBULANZA PERDE PAZIENTE LUNGO LA STRADA

 

I commenti sono chiusi.