Inchiesta ospedali Covid in Campania, indagata dirigente della Regione

Ospedali Covid, il reato che le si contesta è di turbativa d’asta. Attenzione dei pm sul maxi appalto da 18 milioni per la realizzazione dei centri modulari

OSPEDALI COVID, L’INCHIESTA DELLA PROCURA DI NAPOLI

Nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Napoli per la realizzazione degli ospedali covid di Napoli, Caserta e Salerno e’ indagata anche la dirigente dell’ufficio di gabinetto della giunta regionale della Campania Roberta Santaniello.

Il reato che le si contesta e’ quello di turbativa d’asta ed alla dirigente sono stati sequestrati il telefono cellulare e il computer.

Per lo stesso reato sono indagati il consigliere regionale della Campania Luca Cascone, il presidente della Soresa, la centrale per gli acquisti in sanita’ della Regione, Corrado Cuccurullo ed il dirigente dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva.

L’attenzione dei pm e’ sul maxi appalto da 18 milioni per la realizzazione dei centri modulari.

Naturalmente la tensione in Regione è piuttosto alta: il governatore De Luca si è distinto per rigore e severità, in tema di quarantena e COVID-19, durante la Fase 1 ed il lockdown.

E’ quindi ovvio che l’esito dell’inchiesta avrà un risvolto anche politico.

PER APPROFONDIRE:

CAMPANIA, FINE DELLA ZONA ROSSA PER MONDRAGONE

MONDRAGONE, DE LUCA: IN ARRIVO L’ESERCITO

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.