Incidenti in seggiovia, negli States la striscia di tragici episodi si allunga

Queste immagini sono davvero toccanti. Un ragazzino di soli 17 anni, di Albuquerque, il 2 febbraio, nei pressi di Santa Fe, Colorado, è scivolato da una seggiovia ed è precipitato da un’altezza di circa 15 metri . La caduta gli ha provocato delle forti contusioni e una lacerazione al fegato, ma tutto sommato poteva andare peggio a questo giovane ragazzo statunitense che a sole due settimane dall’incidente risponde con una certa leggerezza e tranquillità alle domande di un giornalista locale che gli chiede alcune delucidazioni in merito al gravoso episodio che lo ha visto coinvolto.

Un elicottero  dei soccorsi infine giunge sul luogo dell’incidente e recupera il ragazzino ferito che viene trasportato nell’ospedale più vicino. Le immagini della caduta sono comunque pazzesche, il ragazzo oscilla nel vuoto per alcuni secondi, e nulla riesce a fare l’altra persona che gli è seduta accanto.

Negli States ne nasce un caso, il video viene postato su Youtube e raggiunge un numero impressionante di visualizzazioni. Il ragazzo, superstite al tragico incidente, viene così intervistato dalle tv locali che mostrano con insistenza le incredibili immagini che vedono questo giovane sporgersi con entrambi gli arti dalla balaustra della seggiovia e precipitare inesorabilmente nella neve fresca da un’ altezza davvero considerevole.

Un altro episodio quest’inverno che ha dell’incredibile, sempre accaduto negli USA, precisamente nel Wisconsin, dove un ragazzino con lo snowboard perde l’equilibrio dalla seggiovia e nulla può l’intervento del padre che non riesce ad afferrarlo. Fortunatamente durante la caduta alcuni sciatori riescono ad acchiappare il bambino al volo, incredibile; forse sulla sicurezza degli impianti di risalita in alcuni stati USA qualcosa dovrebbe davvero cambiare…

 

I commenti sono chiusi.