Iran nella morsa della neve: soccorsi aiutati dall’aviazione militare

Anche l’Iran è intrappolato nella morsa del gelo, con nevicate abbondanti che hanno isolato intere aree del paese, con decine di migliaia di persone senza energia elettrica, visti i danni alla rete di distribuzione causati dalle copiose precipitazioni nevose. Nelle zone che mostrano la situazione più critica, come la regione di Gilan, che ha strade rese impraticabili dal manto bianco e tantissimi villaggi isolati, alcuni elicotteri e personale militare hanno iniziato a operare  per evacuare e portare soccorso alla popolazione. Secondo l’agenzia di stampa iraniana Isna che cita il vice capo della polizia iraniana, Ahmadreza Radan, anche le forze di polizia stanno lavorando a massimo regime nelle province Gilan e Mazandaran, mentre non si segnalano, per ora, vittime di quest’ondata di gelo.
Le scuole sono state chiuse a
Teheran e in 20 province iraniane, tra cui Ardabil, Markazi, Nord Khorasan, Hamedan,  Qom, Gilan , Mazandaran e Esfahan, mentre nessuna particolare richiesta di soccorso è giunta agli organismi internazionali, come la Croce Rossa e ai team del soccorso alpino specializzati a operare in luoghi montani con forti precipitazioni nevose.

I commenti sono chiusi.