Kiev ha ospitato il V campionato di EMS con 38 team medici in gara

Le squadre, provenienti da Estonia, Moldavia, Slovenia, Polonia e Lituania, si sono sfidate dal 22 al 24 maggio 2013 a Kiev. Ogni team era composto da un medico, due infermieri e un autista.

Obiettivo dell’appuntamento stabilire il livello di competenze dei paramedici in una tre-giorni fitta di impegni e prove.

Il campionato è iniziato con una suggestiva parata di ambulanze che hanno sfilato per le strade della capitale ucraina accompagnate dalle caratteristiche luci blu e dal suono delle sirene, alla presenza delle autorità e del Ministro della Salute Raisa Bohatyryova.

The first aid rescue teams 2013 Championship ha messo in pratica i temi affrontati a livello teorico nella conferenza scientifica organizzata durante la manifestazione.

Parallelamente i soccorritori hanno seguito il workshop sulle tecniche di soccorso in caso di maxi emergenza, tenuto dal giudice capo della manifestazione, Arsen Hudyma.

Il giudizio sui team è stato il frutto di un’attenta analisi delle operazioni di soccorso: l’intervento a un paziente con una ferita allo stomaco, la rianimazione di un paziente intossicato dall’alcol, il trattamento delle vittime di un incidente stradale e la gestione di una maxi emergenza all’aeroporto.

Al termine dei tre giorni a vinciere la competizione è stato il team ucraino, che peraltro si era già aggiudicato il precedente trofeo internazionale di EMS lo scorso febbraio. Al secondo posto la squadra di Kharkiv e al terzo quella di Lviv, sempre ucraini. 

Principale sponsor tecnico della competizione è stata Spencer, l’azienda italiana in crescente espansione che con i suoi prodotti ha conquistato i mercati internazionali. Spencer ha donato ai primi tre classificati una fornitura di prodotti per il soccorso.

ph. competizione Viktor Kovalchuk

I commenti sono chiusi.