La tempesta St Jude mette in ginocchio Francia, Olanda e Gran Bretagna

Il bilancio della tempesta St. Jude si aggrava di ora in ora. Sono 13 i morti accertati, annegati o coinvolti in crolli e cadute di alberi, in Gran Bretagna, Olanda, Germania, Francia e Danimarca. Migliaia le abitazioni senza energia elettirca per la caduta di tralicci ma anche per il precauzionale stop di due reattori nucleari nel Nord della Francia. Ovunque superlavoro per le squadre di soccorso che hanno dovuto evacuare anziani e ammalati dalle zone allagate, oltetutto con il sistema dei trasporti in tilt e strade interrotte causa caduta di rami o crolli. 

Secondo gli esperti meteo il peggio dovrebbe essere passato: il premier inglese Cameron, in un discorso alla nazione, esorta i soccorritori a proseguire nel loro sforzo sovrumano, anche nella ricerca di eventuali dispersi. Nel Sussex è stato ritrovato annegato il ragazzino 14enne scomparso mentre giocava in spiaggia nella località di Newhaven dopo una complessa operazione di ricerca aeronavale nel mare in burrasca.

http://youtu.be/gbkl31ZiOo4

 

 

 

I commenti sono chiusi.