Lactalis ha ritirato alcuni lotti di latte in polvere per problemi di salmonella

LAVAL (Francia) – I problemi con il latte in polvere Lactalis che ha prodotto alcuni casi di salmonella in neonati sotto i 9 mesi continuano. Il presidente di Lactalis Emmanuel Besnier ha assicurato che la sicurezza sanitaria dei prodotti e dei consumatori è la priorità del suo gruppo industriale, il più grande produttore di latte e derivati al mondo. Secondo una linea che vuole facilitare le procedure di richiamo e la gestione del ritiro dei prodotti infantili prodotti dal polo produttivo di Craon, in Francia, a seconda della data di produzione e immissione su tutto il mercato, il gruppo Lactalis ha confermato il suo strenuo lavoro per identificare le cause della contaminazione, per preservare il sito industraile e la filiera lattiero casearia locale.

Per aumentare qualsiasi livello di sicurezza, Lactalis ha deciso di ritirare dal mercato tutti i lotti prodotti per il mercato infantile che hanno data di scadenza entro il 15 febbraio 2017. Se siete in possesso di prodotti Lactalis che scadono entro questa data, potete contattare il numero 0 800 120 120 (Francia) per avere informazioni maggiori sulla situazione.

Lactalis vuole garantire la sicurezza dei suoi clienti in ogni modo. L’azienda estende le sue sincere scuse alle famiglie colpite da questa problematica. “Siamo consci della serietà della situazione e pienamente consapevoli dell’ansietà che abbiamo causato. La sicurezza alimentare dei consumetaori è la nostra priorità, è questo il motivo per cui abbiamo preso una rapida decisione così drastica”. Lactalis fa sapere che il primo caso segnalato è del primo dicembre, e le misure preventive sono scattate il 2 dicembre.

 

I commenti sono chiusi.