Lutto nel mondo del soccorso, è scomparso Paolo Tarabelloni

Il Gruppo Olmedo in lutto per la prematura scomparsa di Paolo, colonna dell'azienda reggiana che produce ambulanze e veicoli per disabili.

REGGIO EMILIA – Il gruppo Olmedo Special Vehicles piange la prematura scomparsa di Paolo Tarabelloni, morto domenica all’età di 48 anni.  Paolo era il fratello di Giovanni, socio nella grande azienda emiliana e con lui protagonista, insieme a Luca Quintavalli, della costruzione del polo produttivo di veicoli per l’emergenza e il soccorso più grande d’Italia; lascia la moglie Laura e la figlia Chiara, di 14 anni.

 

Foto tratta da Reggionline

Attraverso una nota della società sportiva Reggio Audace (Tarabelloni e Quintavalli sono nell’amministrazione anche della storica squadra calcistica di Reggio Emilia ndr) ha espresso vicinanza alla famiglia. Paolo Tarabelloni si è spento in seguito a un male incurabile che da un anno lo affliggeva. Una malattia affrontata con forza e dignità, tant’è che fino allo scorso Natale aveva continuato a lavorare per la Olmedo, di cui era diventato un punto di riferimento, visti i 34 anni di esperienza al suo interno.

“La sua instancabile caparbietà lavorativa e personale – sono le parole del presidente Luca Quintavalli – ha contribuito ai tanti risultati e successi aziendali. Sempre dedito al lavoro alla famiglia ed agli affetti, ha rappresentato tutti noi nell’operato quotidiano fino all ultimo giorno. Ci lascia con un vuoto incolmabile”.

I funerali sono stati fissati per martedì 22 gennaio, con partenza alle 13.45 dall’obitorio di Coviolo. La salma verrà portata alla Aricar di Cavriago, da dove partirà il corteo che a piedì raggiungerà la chiesa di San Terenziano.

I commenti sono chiusi.