MALTEMPO IN SICILIA: 300 VOLONTARI DI CROCE ROSSA OPERATIVI NELLE ZONE COLPITE

Una violenta ondata di maltempo sta investendo da ore la Sicilia, soprattutto la zona orientale siracusana, catanese e messinese causando allagamenti e frane con forti disagi alla viabilità. Le zone maggiormente colpite sono quelle di Gela, Giardini di Naxos, Taormina, Agrigento e Siracusa.

Dal pomeriggio di martedì 8 settembre i Comitati siciliani della Croce Rossa Italiana sono stati allertati per l’emergenza. Dalle ore 18 di ieri sono state attivate le Sale Operative dei Comitati di Caltanissetta, Barcellona Pozzo di Gotto e Jonico-Etneo. Dalle prime ore di questa mattina, mercoledì 9 settembre, sono aperte anche le Sale Operative dei Comitati di Messina, Catania, Milazzo, Alcamo, Trapani, Agrigento, con disponibilità di squadre di soccorso e mezzi.

Complessivamente la Croce Rossa Italiana ha attivato circa 300 volontari, suddivisi per Comitati e in turni di 6 ore, 20 automezzi e pre-allertate altrettante ambulanze. Delegati tecnici CRI di Area 3 (Emergenza) sono presenti presso i COC attivati nei Comuni interessati.

I volontari della Croce Rossa sono intervenuti anche al porto di Vulcano, alle Eolie, dove il traghetto Siremar “Pietro Novelli”, della linea Milazzo-Lipari, ha urtato la banchina a causa del forte vento, fortunatamente senza causare grossi danni. Presente un’ambulanza con equipaggio e 10 volontari per il soccorso ai passeggeri che sono rimasti diverse ore in balia delle onde; agli stessi sono stati distribuiti viveri e coperte.

Lo stato di allerta permane fino alle ore 12 di domani, 10 settembre.

I commenti sono chiusi.