Polizia di Stato, un natale con i bimbi e i ragazzi del “Piano Marco Valerio” e del “Piano orfani”

In prossimità del Santo Natale, la Polizia di Stato ha organizzato oggi un pomeriggio da trascorrere all’insegna dell’allegria e della spensieratezza insieme a tutti i poliziotti del Lazio e della Campania i cui figli sono affetti da gravi patologie croniche ed agli orfani degli stessi.

L’iniziativa, promossa dal Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato, si inserisce nell’ambito dei PianiMarco Valerio” e “Orfani”, attraverso i quali viene  fornita assistenza continuativa a parziale ristoro delle difficili situazioni familiari in cui versano alcuni poliziotti.

Il Piano Marco Valerio prende il nome dal giovane figlio di un Sovrintendente della Polizia di Stato, gravemente malato, deceduto nel 2008 rientrando da un pellegrinaggio a Lourdes.

La Festa di Natale che si svolgerà nella Capitale presso la Scuola Superiore di Polizia conclude il ciclo degli eventi dedicati quest’anno ai bambini assistiti, che hanno avuto luogo il 14 dicembre alla Scuola Allievi Agenti di Peschiera del Garda e il 19 dicembre ala Questura di Palermo e che hanno coinvolto i ragazzi del Nord e del Sud Italia.

A rendere testimonianza del sentimento di profonda solidarietà da parte dell’Istituzione, il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, alti rappresentanti del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e il Questore di Roma, Guido Marino.

Ad animare il pomeriggio Gianni Ippoliti che, con la collaborazione di Fabiana Latini, intratterrà gli ospiti con giochi e iniziative, tra cui l’esibizione del travolgente “Mago Lupis”, un’esibizione di Karate da parte dei giovani atleti della Sezione Giovanile di Roma del Gruppo Sportivo “Fiamme Oro” della Polizia di Stato ed altri coinvolgenti momenti di svago in compagnia degli operatori della Polizia stradale, della Polizia postale, della Polizia scientifica e con le unità cinofile e ippomontate.

Nel corso della manifestazione verranno consegnati doni e gadget a tutti i bambini assistiti dai “Piani” di solidarietà.

 

I commenti sono chiusi.