Polmonite da COVID-19, contro le forme più gravi trattamento con anakinra e metilprednisolone: lo studio del Policlinico di Milano

Policlinico di Milano protagonista di uno studio sul rivista Journal of Allergy and Clinical Immunology: la combinazione di anakinra e metilprednisolone risulta efficace nella cura dei pazienti affetti da polmonite da COVID-19 con associato stato iperinfiammatorio.

Polmonite da COVID-19, dal Policlinico di Milano una possibile opzione terapeutica

La ricerca, nata dalla collaborazione fra le diverse Unità Operative del Policlinico di Milano, ha fatto emergere un’opzione terapeutica contro le forme più gravi di polmonite da COVID-19.

i risultati della ricerca hanno dimostrato infatti come la combinazione di anakinra (farmaco immunomodulante utilizzato per combattere gravi patologie infiammatorie) e metilprednisolone, risulti efficace nel trattamento di pazienti con polmoniti da COVID-19 a cui è associato uno stato iper-infiammatorio, dimezzando praticamente la percentuale di mortalità dei pazienti dal 35,6% al 13,9%.

Lo studio, che vede come autori principali Giorgio Bozzi e Davide Mangioni, entrambi medici nell’unità operativa di Malattie Infettive al Policlinico di Milano diretta da Andrea Gori, ha visto la stretta collaborazione anche di Giovanni Filocamo e Francesca Minoia, medici dell’Unità Operativa di Pediatria del Policlinico.

La ricerca condotta su 120 pazienti affetti da polmonite da COVID-19

La ricerca ha preso in esame 120 pazienti COVID-19 ricoverati con insufficienza respiratoria e iper-infiammazione polmonare durante le prime fasi della pandemia (febbraio-marzo 2020): di questi pazienti, 65 sono stati trattati con una combinazione di anakinra e metilprednisolone, mentre i restanti 55 sono stati curati con il protocollo standard di cura.

A 28 giorni dal ricovero, la mortalità di coloro che sono stati trattati con l’associazione anakinra-metilprednisolone è stata del 13,9%, circa la metà di quella riscontrata nel gruppo che ha seguito le terapie standard (35,6%).

La ricerca, pubblicata nella rivista Journal of Allergy and Clinical Immunology, rappresenta sicuramente un passo in avanti nella lotta alla Covid-19 “ma – fanno sapere gli studiosi – per avere un risultato definitivo, è necessario svolgere ulteriori studi che includano l’uso di anakinra e metilprednisolone, utilizzati singolarmente o combinati fra loro”.

Per approfondire:

COVID-19, Cineca: “Nel 2019 troppe polmoniti, con un database nazionale avremmo dato l’allarme”

Polmoniti da COVID-19, lo studio dell’Università di Harvard sull’andamento bifasico dell’infezione

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale Policlinico di Milano

I commenti sono chiusi.