Schianto di un aereo in Belgio, 11 morti

Un aereo con paracadusti a bordo, pronti a festeggiare un compleanno con un lancio, si è schiantato sabato in Belgio uccidendo le 11 persone che si trovavano nel velivolo.

Pochi minuti dopo il decollo avvenuto da un piccolo aeroporto vicino alla città di Namur, alcuni testimoni hanno visto parte di un ala rompersi, provocando la discesa in picchiata del velivolo che si è poi schiantato al suolo in un campo vicino alla cittadina di Fernelmont.
Paracadutisti ed istruttori non sono stati in grado di abbandonare il velivolo prima dello schianto.

Le vittime erano tutte di età compresa tra i 20 ed i 40 anni, tra cui diversi padri di famiglia.

Tutte le persone a bordo del velivolo sono morte sul colpo. Tre paracaduti sono stati trovati sul luogo dell’incidente, segno che qualcuno ha tentato invano di abbandonare l’aereo.

Le 11 vittime non sono subito state riconosciute e le cause dell’incidente sono ancora da stabilire.

L’aereo Pilatus PC-6 Turbo Porter è decollato in un giorno parzialmente nuvoloso nella zona collinare boscosa 60 chilometri a sud di Bruxelles.

Nicholas Hormans del Paraclub Namur, club di cui facevano parte i paracadutisti deceduti nell’incidente, ha raccontato alla rete RTL che l’aereo, raggiunta un’altezza di 3 chilometri dal suolo, ha iniziato improvvisamente a precipitare. Secondo Hormans, la forza della brusca caduta in picchiata avrebbe impedito alle persone a bordo di saltare dal velivolo ed azionare il paracadute.

Incidenti aerei di questo tipo sono relativamente rari in Belgio.

I commenti sono chiusi.