Servizio Civile: stanziati altri 200 milioni. Anpas: giusto riconoscimento per l'impegno

Servizio Civile, positivo il commento della Cnesc alla scelta del Governo di accogliere la richiesta di 127 enti accreditati e di 132 personalità di stanziare adeguati fondi aggiuntivi per il SCU.

I 200 milioni aggiuntivi per il 2021 e il 2022 renderanno possibili 50.000 posizioni all’anno, iniziando a dare concretezza all’obiettivo di stabilizzare il contingente annuo del SCU.

Un ringraziamento all’impegno del Ministro Spadafora e alla sensibilità del Presidente del Consiglio Conte, del Ministro Gualtieri e di tutte le componenti del Governo.

Servizio civile, uno sguardo sul futuro

Adesso è possibile aprire tre pagine nuove:
– Operare per la qualità delle esperienze svolte dai giovani, anche attraverso il riconoscimento delle competenze acquisite
– Incrementare l’efficacia dei programmi messi in campo dagli enti
– Fare un tagliando di alcune parti della riforma del 2016.

Su questo e sul miglioramento continuo del SCU la Cnesc, con tutte le sue 29 organizzazioni socie, continuerà a dare il proprio contributo, seguendo con attenzione l’iter parlamentare di conversione in legge della proposta del Governo.

Secondo Niccolò Mancini, vicepresidente Anpas e responsabile Servizio Civile «Insieme abbiamo raggiunto un altro importante traguardo.

È il giusto riconoscimento per un impegno che non è mai venuto a mancare, il riconoscimento alle nostre comunità ed ai nostri giovani di tante opportunità in più».

Per approfondire:

Servizio Civile, il grido di allarme di ANPAS: “il Governo lo affosserà?”

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale ANPAS

I commenti sono chiusi.