Spaccio di cocaina con l’ambulanza dell’ospedale, tre arresti a Roma

Il Policlinico Umberto I di Roma è al centro di uno scandalo giudiziario di proporzioni preoccupanti. Coinvolti in questa vicenda sono 14 persone, di cui 7 denunciate e 3 arrestate. Gli indagati avrebbero usato le vetture a disposizione del nosocomio romano per scopri privati (viaggi al centro estetitco) e avrebbero pilotato le assunzioni di altro personale in cooperative che avevano ottenuto dei lavori all’interno della struttura ospedaliera.
L’accusa principale è truffa aggravata e peculato (14 indagati). Tre persone sono state arrestate e sette denunciate, fra cui due gestori di un distributore dove i mezzi dell’azienda facevano rifornimento mettendo il carburante sul conto dell’ospedale.

Una delle persone arrestate avrebbe anche spacciato cocaina utilizzando per i suoi spostamenti una ambulanza dell’Umberto I. Inoltre sembra sia stata perpetrata anche in questo caso la truffa da “furbetti del cartellino” che tanto scandalo sta suscitando in altre parti  d’Italia.

L’indagine è nata dal Commissariato San Lorenzo di Roma dove a gennaio 2014 è arrivata una denuncia anonima. Dopo decine di appostamenti e intercettazioni gli agenti sono riusciti a scoprire numerosi dipendenti coinvolti in queste attività, come riporta Repubblica Roma nel suo articolo. Le misure cautelari richieste sono quindi frutto di un lavoro certosino da parte degli inquirenti, che hanno atteso due anni prima di emettere misure cautelari così pesanti.

3 Commenti
  1. […] La situazione che si è vista nel servizio delle Iene purtroppo non è unica. In Italia la piaga del lavoro nero spacciato come volontariato è in crescita ed anche i servizi che riguardano situazioni al limite dello sfruttamento sono sempre maggiori. Per non parlare di chi ha usato e usa il servizio delle ambulanze come vero e proprio sistema a servizio della malavita, come gli esempi di spaccio di cocaina degli ultimi mesi hanno drammaticamente evidenziato a Catania o nel servizio di navette interne all’Ospedale Umberto I. […]

  2. […] le guerre di questo tipo, a guadagnarci sono altri. Lucratori del terzo settore, lucratori nei servizi ospedalieri, approfittatori delle debolezze e delle storture di cittadini e sistema. Fra i tanti medici e i […]

  3. […] le guerre di questo tipo, a guadagnarci sono altri. Lucratori del terzo settore, lucratori nei servizi ospedalieri, approfittatori delle debolezze e delle storture di cittadini e sistema. Fra i tanti medici e i […]

I commenti sono chiusi.