Stop vaccini COVID-19, Sileri: “Per gli over 80 slittano di un mese”

Stop vaccini COVID-19, slittano di un mese gli over 80: per gli altri anche di sei-otto settimane. Succede a causa delle dosi non consegnate da Pfizer e Astrazeneca

Stop vaccini Pfizer ed AstraZeneca: le conseguenze

“Le riduzioni di dosi comunicate da Pfizer e da Astrazeneca faranno slittare di circa 4 settimane i tempi previsti per la vaccinazione degli over 80 e di circa 6-8 settimane per il resto della popolazione”.

Lo ha detto il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo ieri a ‘Domenica In’, in onda su Rai1.

“Da domani- ha spiegato Sileri a Domenica In – le dosi a disposizione saranno utilizzate anzitutto per effettuare il richiamo nei tempi previsti a coloro che hanno gia’ ricevuto la prima somministrazione, cioè soprattutto per gli operatori sanitari.

Tra due settimane, se tutto va bene, avremo un mercato con i tre vaccini: il che significa riprendere con maggior forza, completare la vaccinazione per i medici e gli infermieri e cominciare con gli over 80″.

Questo tipo di rallentamento coinvolge “tutta l’Europa e buona parte del mondo, ma confido che il ritardo possa essere colmato più avanti”, ha concluso il viceministro.

“Per ovviare ai problemi sulla linea produttiva servirebbe un accordo quadro a livello europeo che consentisse di operare per conto terzi, realizzando una sinergia tra le compagnie oggi operative e altre realtà attualmente non impegnate nella produzione dei vaccini.

Questo potrebbe aumentare in maniera incisiva la velocità di produzione”, ha poi spiegato Sileri.

Per approfondire:

Vaccinazione COVID-19, la speranza è Moderna: ecco come agisce il vaccino mRNA e perché è sicuro

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.