Vaccinazione anti Covid, Italia seconda in Europa: 261 mila persone vaccinate, eccelle il Lazio

Vaccinazione anti Covid, l’Italia viene da una settimana di polemiche serrate, più o meno strumentali alla polemica politica caratteristica del nostro paese

Vaccinazione anti Covid: in Europa meglio la Germania, male la Francia

Ma a ben guardare, non è che le cose stiano poi andando così male: l’Italia, con i suoi 259 mila vaccinati, è seconda in Europa solo alla Germania, che ha varcato la soglia dei 300 mila.

Seguono Spagna (139 mila), Polonia (92 mila), Danimarca (52 mila).

La Francia, frenata da polemiche novax, non ha superato le 5 mila vaccinazioni.

La vaccinazione anti Covid in Italia, regione per regione

In Italia lo scenario riguardante le singole regioni è estremamente variegato.

La partenza è stata giudicata lenta, ma di fatto esistono per la vaccinazione anti Covid dei tempi tecnici che non si possono bypassare, e la copertura vaccinale di coloro che poi a loro volta somministreranno le dosi di vaccino COVID-19 agli altri non può che avere un andamento esponenziale.

A brillare, oggi 6 gennaio 2021, è la regione Lazio, con 35.686 vaccinati su 45.805 dosi consegnate: una percentuale documentata del 77, 9%.

A seguire vengono Toscana, che non eccelle in numero assoluto ma relativamente alla percentuale di vaccinati rispetto alla disponibilità di dosi (75,1% con 21 mila vaccinati) e Veneto (73,8% con quasi 29 mila vaccinati).

Piuttosto male stanno andando la Sardegna (17,2% di persone vaccinate, con appena 2.213 somministrazioni) e la Lombardia (22% con 17.710 persone vaccinate): i governatori di queste aree d’Italia devono sicuramente fare meglio.

Per approfondire:

Campagne di immunizzazione anti Covid, il punto della situazione nel mondo

Studio congiunto CNR – Arpa Lombardia: l’inquinamento atmosferico non contribuisce alla diffusione di Covid

Fonte dell’articolo:

Report ufficiale Vaccini anti COVID-19

I commenti sono chiusi.