Allerte maltempo, come gestire meglio le emergenze? Un congresso a Roma con gli esperti del tema

Venezia, Matera e molte altre località italiane sono state duramente colpite negli ultimi giorni da alluvioni, inondazioni, mareggiate, frane e valanghe. Un allarme nazionale che mette a repentaglio centri storici, monumenti e opere d’arte, oltre ai tanti pericoli e disagi per la popolazione. In questo scenario, si rivela sempre più utile il ricorso a tecnologie sofisticate per la gestione immediata delle emergenze e la tutela del territorio e del patrimonio culturale. Sarà questo il focus centrale di “Technology for All 2019”, sesta edizione del forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio, l’ambiente e i beni culturali, che si svolgerà dal 4 al 6 dicembre prossimi a Roma presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che da quest’anno è partner organizzativo dell’evento. “Gli esperti dei Vigili del Fuoco, forti dei tanti interventi sul campo in occasione di disastri naturali e di eventi meteo estremi”, spiega Renzo Carlucci, direttore scientifico del forum, “presenteranno le loro esperienze, anche recenti, e in particolare l’utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative per la gestione di queste emergenze. Interventi specifici e dimostrazioni pratiche riguarderanno in particolare l’impiego di droni, laser scanner, georadar 3D, sistemi di navigazione e posizionamento, canali satellitari e realtà virtuale e aumentata”.

Il programma di “Technology for All 2019” vedrà nella prima giornata di mercoledì 4 dicembre un “workshop sul campo” in un’importante zona archeologica di Roma (in fase di definizione), dove verranno utilizzate una serie di apparecchiature utilizzabili negli interventi d’emergenza, come ad esempio piattaforme e kit di monitoraggio multi-sensore. La seconda giornata di giovedì 5 dicembre sarà invece aperta dalla conferenza inaugurale, con la presenza delle autorità, a cui seguiranno sei sessioni dedicate a osservazione della Terra, sicurezza del territorio, geolocalizzazione e mapping, servizi 5G, dati geospaziali, droni per il monitoraggio delle infrastrutture. La terza e ultima giornata di venerdì 6 dicembre prevederà infine altre otto sessioni dedicate ai kit di monitoraggio sul campo, gestione dei beni culturali, BIM (Building Information Modeling), sistemi AR/VR/MR (realtà aumentata, virtuale e mista), sistemi GIS (Geographic Information System), immagini satellitari, tecnologie sostenibili per ingegneria e archeologia. Oltre alle sessioni congressuali, il forum prevede anche un’area espositiva con gli stand di enti di ricerca e aziende specializzate, oltre ad un’area all’aperto per le dimostrazioni operative.

Il forum “Technology for All”, organizzato dalla società MediaGeo in collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, nel 2018 ha ricevuto tra gli altri i patrocini da: Ministero dell’Ambiente, Comune di Roma-Assessorato Roma Semplice, CNR, CINECA, Università Sapienza di Roma, Università Tor Vergata di Roma, Link Campus University, Italia Nostra, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma e Collegio Provinciale dei Geometri di Roma. Gold Sponsor dell’evento: Codevintec, Esri Italia, Planetek Italia. Silver Sponsor: Acca Software, e-Geos, Crisel, GEOWEB, Geomax, Gter, Microgeo, Nais, TerreLogiche. Bronze Sponsor: Bucap, Getac, GEK software, Novatest. Le sessioni congressuali si svolgeranno presso l’Istituto Superiore Antincendi (ex Magazzini Generali, via del Commercio 13, ore 9-18.30). La partecipazione è gratuita, previa registrazione online su www.technologyforall.it

 

I commenti sono chiusi.