America Centrale, l'uragano Eta "una delle più grandi minacce dopo l'uragano Mitch".

Uragano Eta, giorni pesanti, in molte nazioni dell’America Centrale come Honduras, Nicaragua e Guatemala. La Croce Rossa sostiene migliaia di persone colpite dalle forti piogge e dalle inondazioni causate dall’attuale tempesta tropicale Eta. La devastante tempesta ha causato più di 50 morti, ha costretto all’evacuazione di migliaia di persone e ha causato danni significativi alle infrastrutture e alle abitazioni in tutto il Centro America.

La situazione è particolarmente critica in Honduras, dove le autorità hanno lanciato un allarme rosso per l’intero Paese, così come in Nicaragua e Guatemala.

Uragano Eta, “in Honduras oltre 400mila persone colpite dalla tempesta”

Felipe del Cid è il capo delle operazioni nelle Americhe della Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC).

“In Honduras – ha dichiarato -, già circa 400.000 persone sono state direttamente colpite dalla tempesta, ma questo numero potrebbe addirittura raddoppiare nelle prossime ore.

Le nostre squadre sul campo stanno vedendo danni diffusi: le comunità sono inondate, le case sono distrutte e le persone sono state costrette ad abbandonare le loro case.

Le squadre della Croce Rossa continueranno a monitorare i danni, completando le valutazioni dei bisogni e fornendo conforto e supporto d’emergenza a chi ne ha bisogno”.

Questa è probabilmente una delle maggiori minacce che il Paese ha dovuto affrontare dal passaggio dell’uragano Mitch nel 1998″.

La Croce Rossa lavora in stretto coordinamento con le autorità nazionali e locali di tutti i Paesi colpiti.

I volontari e il personale della Croce Rossa stanno sostenendo gli sforzi di evacuazione, salvando le persone intrappolate dalle inondazioni e monitorando i fiumi con l’aumento del livello dell’acqua.

Forniscono anche un primo soccorso d’emergenza e un sostegno psicosociale.

La FICR ha già stanziato circa 440’000 franchi del suo Fondo d’emergenza in caso di catastrofe (DREF) per sostenere gli sforzi in Nicaragua.

Ulteriori stanziamenti per altri Paesi colpiti sono in cantiere.

L’unità logistica della FICR presso l’Hub umanitario di Panama si sta preparando per l’invio di forniture d’emergenza come teloni, coperte e altri articoli nelle zone più bisognose.

L’IFRC prevede inoltre di lanciare appelli di emergenza per l’Honduras e il Nicaragua.

Per approfondire:

Read The English Article

Filippine, il supertifone Rolli si abbatte su Luzon: almeno 16 morti e 370mila evacuati

Fonte dell’articolo:

IFRC sito ufficiale

I commenti sono chiusi.