Tifone Goni, 2 milioni di persone colpite nelle Filippine: Caritas locale in azione

Il tifone tropicale Goni ha causato morti e devastazioni, nelle Filippine. Secondo ila National Disaster Risk Reduction and Management Council, il 2 novembre almeno più di due milioni di individui provenienti da 12 regioni sono stati colpiti dal super tifone. Alcune delle città e dei villaggi costieri sono stati sommersi dalle inondazioni e da esondazioni dei fiumi.

Tifone Goni, la Caritas delle Filippine in azione per le vittime

Goni, oltre a colpire la regione di Bicol, ha toccato le province di Quezon e Batangas prima di dirigersi verso il Mar Cinese Meridionale.

Come misura precauzionale, più di 390.000 persone erano fuggite in luoghi più sicuri, e circa 345.000 si sono rifugiate in vari centri di evacuazione che includono chiese, scuole governative e altri luoghi.

In aiuto della popolazione delle Filippine è accorso il Segretariato Nazionale per l’Azione Sociale (NASSA) delle Filippine – organismo che costituisce la Caritas locale, che ha accolto nelle proprie strutture le vittime, offrendo riparo e cibo.

Le organizzazione, della Croce Rossa abbiamo già narrato in un recente articolo, si stanno prodigando affinché tutto passi rapidamente, ma certo nessun paese supererebbe due tifoni nell’arco di pochi giorni di distanza.

Per approfondire:

Filippine, il supertifone Rolli si abbatte su Luzon: almeno 16 morti e 370mila evacuati

Fonte dell’articolo:

Agenzia Fides

I commenti sono chiusi.