FIMEUC. Dove intervenire per migliorare la sanità  e le operazioni di soccorso

FIMEUC  per chi non solo sapesse è la Federazione Italiana di Medicina di Emergenza-Urgenza e Catastrofi, l’unione di 6 enti di una certa importanza: COMES Coordinamento Medici Emergenza Sanitaria, SIMEU Società Italiana Medicina di Emergenza-Urgenza, SIMEUP Società Italiana Medicina di Emergenza-Urgenza Pediatrica, SMI Sindacato Medici Italiani, SNAMI  Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani, SPES Sindacato Professionisti Emergenza Sanitaria.

Gli obiettivi principali della Federazione sono:

  1. Realizzare  la completa integrazione delle strutture che compongono il Sistema della Emergenza Medica Sanitaria (EMS) in Italia – Centrali Operative 118, Rete territoriale dei mezzi di soccorso, Punti di Primo Intervento, Pronto Soccorso ospedalieri, DEA di I e II livello.
  2. Promuovere tutte le iniziative necessarie nelle sedi opportun,  soprattutto presso le Facoltà di Medicina, affinché la Scuola di Specializzazione in Medicina di Emergenza Urgenza e la Scuola di Specializzazione di Pediatria.
  3. Esercitare qualsiasi tipo di legittima tutela etico-professionale, giuridico-amministrativa e normativo-contrattuale, dei Medici del Sistema della EMS attivi sia a favore di coloro che hanno un rapporto di dipendenza sia per tutti coloro in convenzione.

FIMEUC – che rappresenta circa 10.000 operatori del settore e non sono pochi, ha dichiarato che su alcuni punti bisogna intervenire subito e con grande determinazione. Non sono mancati infatti gli accorati appelli durante la campagna elettorale ai diversi leaders di partito, sottoponendo all’attenzione degli stessi, alcuni punti chiave nei quali un intervento per migliorare le cose da parte delle istituzioni sarebbe assolutamente gradito.

  1. Organici
  2. Formazione
  3. Medicina di emergenza pre-ospedaliera
  4. Standard organizzativi delle strutture di emergenza
  5. Strumenti di intervento sul sovraffollamento e boarding
  6. Ruolo del territorio e cure distettuali

I commenti sono chiusi.