Scuola Salva Vita, il progetto di Pavia diventa modello per insegnare l’uso del defibrillatore

Paper scientifico pubblicato da Pavia nel Cuore sull'IEM. Dati rincuoranti sulla capacità di apprendimento dei ragazzi con più di 7000 giovani abilitati all'uso del DAE e alla RCP in meno di un anno.

Pubblicazione Scientifica progetto ScuolaSalvaVita

Il progetto pilota realizzato in Provincia di Pavia diventa modello per la comunità scientifica

 

Il dottor Enrico Baldi della Fondazione Pavia nel Cuore

Torna a far parlare di sé il progetto ScuolaSalvaVita, realizzato dalla ONLUS Pavia nel Cuore in collaborazione con la ONLUS Robbio nel Cuore, e volto, primo in Italia, a formare gli alunni delle Scuole Secondarie di Secondo Grado di un’intera Provincia, quella di Pavia, alle manovre salvavita direttamente da parte dei loro insegnanti. Il progetto, infatti, è stato oggetto di una recentemente pubblicazione sull’importante rivista scientifica “Internal and Emergency Medicine”. “E’ nostra abitudine verificare se i progetti che mettiamo in atto funzionano alla prova dei fatti – spiega il Dott. Enrico Baldi, Presidente della ONLUS Pavia nel CuoreAvevamo già avuto ottimi feedback relativamente al progetto ScuolaSalvaVita in merito al numero di alunni formati dagli insegnanti, che si aggirano sui 7000 ragazzi all’anno, oltre le più rosee aspettative, ma non sapevamo cosa rimaneva ai ragazzi della formazione fatta dopo un po’ di tempo”.

Siamo quindi andati nelle classi in cui gli insegnanti avevano trasmesso le manovre ai ragazzi dopo 3 e 6 mesi dalla formazione – prosegue la dott.ssa Martina Paglino, volontaria di Pavia nel Cuore e curatrice dello studio scientifico – e abbiamo sottoposto i ragazzi a un test a crocette per valutare la loro conoscenza teorica delle manovre salvavita e a un test pratico, grazie ai nostri manichini connessi al PC, per valutare le loro abilità pratiche a diversi mesi dalla formazione”. I risultati sono stati eccellenti: oltre 9 ragazzi su 10 ricordavano, sia dopo 3 mesi che dopo 6 mesi, la teoria della Rianimazione Cardio-Polmonare, sia in merito a quando metterla in atto, sia in merito agli aspetti tecnici per eseguirla. Quasi la totalità dei ragazzi, inoltre, ha dichiarato di ritenere utile questo tipo di formazione a scuola, di averla gradita e di volerla ripetere anno dopo anno. Ancor più sorprendenti sono stati i risultati relativi al test pratico, come commenta il Dott. Enrico Contri, responsabile formazione di Pavia nel Cuore “I risultati del test pratico sul manichino hanno dimostrato come i ragazzi, dopo diversi mesi dalla formazione di un’ora fornita dai loro insegnanti nell’ambito del progetto, sappiano eseguire un massaggio cardiaco pressoché ottimale e sostanzialmente sovrapponibile a quello degli adulti che hanno frequentato un corso tradizionale di 5 ore. In questo modo, grazie alla splendida collaborazione degli insegnanti, siamo in grado di formare intere generazioni di ragazzi alle manovre salvavita”.

Questo studio è la dimostrazione di quanto il progetto ScuolaSalvaVita sia efficace e di quanto sia importante, come suggerisce anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, formare i ragazzi alle manovre salvavita sin dalle Scuole: imparano alla grande e più facilmente rispetto agli adulti. – conclude Enrico Baldi – Per questo stiamo cercando di portare il progetto anche alle Scuole Secondarie di Primo Grado”.

ScuolaSalvaVita - Int and Emerg Med - 2018

I commenti sono chiusi.