Aleppo; Appello della Croce Rossa: “Risparmiate i civili”

Ad Aleppo Est, migliaia di civili sono in pericolo a causa della linea di combattimento che si sta avvicinando sempre di più. Mentre la battaglia infuria e la zona è immersa nel caos, migliaia di persone che non hanno niente a che fare con le violenze non hanno letteralmente alcun luogo sicuro dove scappare. Ulteriori perdite di vite e una catastrofe umanitaria sempre più grave possono essere evitate solo se le regole base di guerra, e di umanità, vengono applicate.

Il Comitato Internazionale di Croce Rossa (CICR) ha chiesto alle parti in conflitto di tenere in considerazione il destino dei civili intrappolati dai combattimenti in corso e di fare tutto il possibile per risparmiarli e proteggerli. “Questa potrebbe essere l’ultima possibilità di salvare vite umane”, si legge in una nota del CICR.

Per più di una settimana, il Comitato Internazionale della Croce Rossa è stato in contatto con tutte le parti in conflitto per trovare una soluzione umanitaria che potesse evitare ulteriori sofferenze. Questi sforzi non sono ancora riusciti a produrre risultati, e il tempo sta per scadere.
Per il bene dei civili, il CICR e la Mezzaluna Rossa Araba Siriana (SARC) ribadiscono l’impegno a lavorare come intermediario umanitario neutrale e imparziale.

“Chiediamo alle parti che l’umanità prevalga sugli obiettivi militari”, ha detto il capo-delegazione del CICR in Siria, Marianne Gasser, attualmente ad Aleppo. “Siamo pronti a monitorare l’attuazione di qualsiasi accordo che consideri i civili come priorità. Tutto questo deve avvenire ora”.

I commenti sono chiusi.