Assemblea Nazionale della CRI interrotta da alcuni manifestanti di CasaPound

Un episodio singolare per non dire brutto quello che è accaduto domenica scorsa all’Assemblea Nazionale della Croce Rossa Italiana. L’Assemblea Nazionale della CRI in programma a Solferino nel Mantovano è stata interrotta da alcuni manifestanti di CasaPound che con tanto di torce e fumogeni all’improvviso si sono presentati proprio in un’area adiacente a quella adibita agli stand della CRI per esprimere un certo dissenso.

L’utilizzo delle torce da parte dei manifestanti ha inavvertitamente provocato un incendio che ha costretto tutti i partecipanti all’Assemblea Nazionale CRI ad evacuare dal luogo dell’evento.

Sono stati i vigili del fuoco infine a domare le fiamme che si stavano propagando rapidamente a causa del forte vento e della temperatura alta proprio nei pressi del tendone sede centrale dell’Assemblea, meeting al quale partecipavano circa 500 persone. Non si sono fatte attendere in serata le parole da parte del presidente della Croce Rosa Italiana, Francesco Rocca che si è così espresso in merito a quanto accaduto

Manifestare è un diritto di tutti, ma mettere a repentaglio la vita delle persone utilizzando materiali pirotecnici in mezzo a sterpaglie secche è inaccettabile e vergognoso ed è a riscontro di una intollerabile stupidità

 

I commenti sono chiusi.