Elevato rischio valanghe sull’arco alpino: superlavoro per il soccorso

Superlavoro per il soccorso alpino di Italia, Francia e Svizzera in una giornata nera che ha visto tante vittime sull’arco alpino. Le abbondanti nevicate dei giorni scorsi hanno creato un manto poco coeso, che ora mostra un elevato pericolo di distacco di valanghe e slavine. A Clusaz nell’Alta Savoia (Francia) sono morti due sciatori fuoripista travolti dalla neve e un giovane ricoverato ieri, sempre in Francia, è morto oggi all’ospedale di Grenoble in ospedale per i traumi riportati. Una slavina presso Saint Moritz ha ucciso uno sciatore. 

Altra vittima in Svizzera, un irlandese di 27 anni appassionato di scialpinismo, disperso da ieri sera a sud di Realp, nel cantone di Uri (Svizzera centrale). Questa mattina, dopo che un elicottero aveva avvistato nella zona una colata di neve, il soccorso alpino svizzero ha attivato le ricerche e ha ritrovato il corpo dello sciatore sepolto sotto la neve.

 

I commenti sono chiusi.