Finale Ligure, ubriaco picchia i soccorritori e distrugge l’ambulanza

FINALE LIGURE – Un ubriaco di 24 anni ha picchiato soccorritori e medici di un’ambulanza a Finale Ligure, dopo essere rinvenuto dallo stato di incoscenza in cui si trovava. Secondo la ricostruzione di IGV i volontari della Croce Bianca e i medici del 118 hanno pagato a caro prezzo il loro intervento in aiuto di S.O. 24enne di nazionalità albanese che aveva accusato un malore presumibilmente dovuto all’assunzione di sostanze alcoliche.

L’episodio si è verificato a mezzanotte e mezza sul lungomare di Varigotti, quando alcuni passanti hanno chiamato il 118 per il paziente che, all’apparenza sentitosi male dopo una serata a base d’alcol, giaceva a terra in stato di incoscienza. La centrale ha così inviato l’automedica Sierra 1 di Albenga e un’ambulanza della Croce Bianca di Finalmarina, sulla quale è stato caricato per il trasporto in ospedale in codice rosso di tipo neurologico.

Quando il giovane ha ripreso conoscenza, però, ha iniziato a dare in escandescenze aggredendo il personale sanitario: prima ha iniziato a picchiare il medico che era con lui sul mezzo, quindi il milite che ha aperto il portellone per tentare di frapporsi tra i due. Proprio il milite è quello che ha patito le conseguenze peggiori, ricevendo il portellone in pieno volto e finendo in ospedale con una prognosi di 5 giorni. L’ambulanza ora ha un vetro sfondato e non può essere usata per altri servizi.

I commenti sono chiusi.