Schettino ha “insegnato” gestione dell’Emergenza alla Sapienza di Roma

Francesco Schettino, ex comandante della Costa Concordia e sotto processo per il naufragio della nave davanti all’Isola del Giglio, ha tenuto un intervento sulla gestione del panico in una situazione di emergenza presso la Facoltà “La Sapienza” di Roma. L’organizzatore dell’evento, il professor Vincenzo Mastronardi, ne risponderà al Comitato Etico della facoltà che, come molti italiani, non hanno preso bene la notizia.

“Sono stato chiamato perché sono un esperto”, ha spiegato Schettino al quotidiano QN che ha dato la notizia per primo. “Dovevo illustrare la gestione del controllo del panico. O meglio qual è la componente umana in situazioni del genere. D’altronde ho viaggiato in ogni mare del mondo. So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse. Come mai durante l’attentato alle Torri Gemelle, c’erano persone che si lanciavano dalle finestre e durante il naufragio della Concordia nessuno fece un gesto del genere?”.

Appare evidente il contrasto fra questo modo di vedere le cose e il chiarissimo “Salga a bordo, cazzo!” pronunciato dal vero gestore dell’emergenza della Concordia, il comandante della Capitaneria di Porto di Livorno De Falco. Immediatamente Luigi Frati, rettore della Sapienza, ha deferito il professor Vincenzo Mastronardi al Comitato etico, chiedendo che “ne valuti i profili, anche ai fini disciplinari”. L’ateneo ha preso le distanze da un episodio che ha definito “grave” e che “condanna fermamente”.

 

I commenti sono chiusi.