Devitalizzazione dentale

Informazioni generali

La devitalizzazione è una procedura chirurgica che prevede la distruzione e la successiva rimozione della polpa di un dente; questa operazione va eseguita quando questo tessuto, viene irrimediabilmente compromesso da processi cariogeni estesi, traumi od altri disturbi dentali gravi. Accompagna questo processo anche la sigillazione del canale pulpare con speciali cementi e materiali biocompatibili, tali da impedire un’eventuale, possibile, diffusione batterica nelle sedi circostanti. Con la devitalizzazione si esclude l’estrazione del dente; può essere effettuata in diversi casi, come carie estese, trauma dentale grave, infiammazione profonda della polpa del dente. Alcuni accessi dentali, rottura di un dente, correzione di un intervento dentale mal riuscito o denti che richiedono una incapsulazione. In questi casi si può anche andare in contro ad infezioni batteriche, che possono scatenare lesioni ancora più gravi come granulomacisti e ascesso dentale. Per evitare queste complicanze, o si ricorre alla devitalizzazione o all’estrazione del dente. In presenza di mal di denti, gonfiore e ipersensibilità, si raccomanda la 300px-Devitalizzazione-dentalevisita dal dentista, poiché solo quando diagnosticati per tempo, questi disturbi possono essere risolti attraverso un intervento di devitalizzazione, altrimenti bisogna ricorrere all’estrazione del dente. Tale intervento viene eseguito esclusivamente da odontoiatri specializzati nella diagnosi e nella cura di infezioni o traumi a carico della polpa del dente.L’intervento è indolore, eseguito in anestesia locale; solo nei giorni immediatamente successivi all’intervento, il dente può risultare più sensibile agli sbalzi termici o ad alcuni alimenti. In genere, il prezzo richiesto per la devitalizzazione di un dente oscilla dai 100 ai 350 euro.

Fonti

www.my-personaltrainer.it

I commenti sono chiusi.