Dispnea

Definizione

La dispnea è un tipo di respirazione faticosa, avvertita soggettivamente come fame o bisogno d’aria, comporta l’aumento dello sforzo per respirare, con la conseguenza di un impegno muscolare non spontaneo per compiere inspirazioni ed espirazioni.

Tipologie

La dispnea può essere:

  • accessionale, quando insorge improvvisamente;
  • da sforzo, quando insorge durante un’attività fisica intensa e si risolve con il riposo;
  • continua, che è presente costantemente e può essere causata da scompenso cardiaco o da gravi insufficienze respiratorie.

In base alla fase del respiro in cui si manifesta da dispnea, essa può essere inspiratoria, espiratoria o mista.

Cause

Le cause possono essere infiammazioni, infezioni, traumi, tumori, sostanze tossiche, ipossiaipercapniasclerosi multiplasclerosi laterale amiotrofica, miastenia gravis, sclerodermia, gravidanza, meteorismo, ascite, difterite, attacchi d’asma, bronchite cronica e molte delle malattie polmonari restrittive, della parete toracica e cardiache. Di quest ultima abbiamo diversi gradi: classe I, quando il paziente non ha fame d’aria ma ha una malattia cardiaca documentata che potrebbe presto provocarla; classe II, quando non ha sintomi a riposo ma gli compaiono facendo degli sforzi di intensità elevata; classe III, quando la dispnea compare per sforzi di intensità lieve; classe IV, quando la dispnea è presente anche a riposo.

Terapia

Purtroppo al momento non esistono terapie specifiche per curare questo disturbo. La terapia verrà indicata dal medico curante solo dopo che con gli accertamenti opportuni ci si è resi conto di quale è la causa scatenante.

Fonti

www.my-personaltrainer.it

I commenti sono chiusi.