Eco color doppler

Definizione

L’eco-color-doppler è un’ecografia che utilizza l’effetto Doppler. È basata sulla misurazione di variazioni di frequenza fra fascio incidente e fascio riflesso da un corpo in movimento. La variazione di frequenza degli echi riflessi è in relazione alla velocità e alla direzione dell’elemento riflettente. In clinica, questo consente di calcolare la velocità del movimento della struttura in esame.

Tipologie

Esistono due sistemi fondamentali di acquisizione doppler:

  • onda continua (CW), in cui il trasduttore è costituito di 2 cristalli montati sullo stesso supporto, uno continuamente emittente e l’altro continuamente ricevente, che emette un’oscillazione costante. Consente uno studio morfodinamico dei flussi;

 

  • pulsato (PW), dove l’emissione è fasica, in relazione alla funzione alternata di trasmettitore e ricevitore di un unico cristallo; il sistema permette di ottenere informazioni anche sulla distanza superficie riflettente e trasduttore. Gli apparecchi ad emissione pulsata possono essere di due tipi differenti: i Color Doppler  e gli Eco-Color Doppler (definiti anche duplex).

Definizione

L’effetto doppler è ciò su cui si basano diverse tecniche ecografiche in cui si esplorano tessuti biologici in movimento. È quel fenomeno per cui la frequenza di un’onda sonora che incontra una struttura in movimento subisce una variazione direttamente proporzionale alla velocità del movimento stesso.

Funzionamento

Gli apparecchi doppler funzionano paragonando tra loro le frequenze emessa e riflessa e misurandone la differenza; da questa misurazione è possibile risalire alla velocità del sangue e al verso di percorrenza dello stesso. 
Il color-doppler si basa sullo stesso principio del doppler pulsato: tale sistema, infatti, integra l’informazione relativa ai flussi e l’immagine bidimensionale in tempo reale dove, per convenzione, i flussi in avvicinamento hanno colore rosso e quelli in allontanamento hanno colore blu. Nel caso in cui fosse presente una turbolenza, per esempio in caso di biforcazione del vaso, si avrà un’alternanza di chiazze blu e rosse.  Così diventa possibile  differenziare la direzione dei flussi in relazione alla sonda; tali sistemi, inoltre, aiutano a valutare la velocità e il regime laminare o turbolento del flusso.

La frequenza delle due onde, incidente e riflessa, è di tipo ultrasonoro, nell’ordine di Mega Hertz, non udibile dall’orecchio umano. Al contrario, la loro differenza è nell’ordine dei Kilo Hertz (KHz = mille Hertz), quindi nell’ambito dell’udibile se opportunamente amplificata. Così, durante l’esecuzione dell’esame, si possono ascoltare suoni la cui frequenza è in relazione diretta alla velocità dei globuli rossi all’interno del vaso in esame e, interpretandoli, si può trarre informazioni diagnostiche sulle caratteristiche del flusso.

Funzioni

L’ eco-color doppler permette di individuare la presenza di :

  • restringimenti e occlusioni arteriose, soprattutto dovute a placche di arterosclerosi;
  • trombosi venose profonde, soprattutto degli arti inferiori;
  • varici (vene varicose) e reflussi venosi.

Gli apparecchi eco-color doppler consentono di ottenere, simultaneamente e in tempo reale, informazioni su morfologia e struttura degli organi esaminati e sulle caratteristiche di flusso nei vasi al loro interno, rappresentandole sotto forma di punti variamente colorati. Ogni immagine color doppler, quindi, è il risultato di processi diversi, avvenuti in momenti successivi.
 L’eco-color doppler aggiunge perciò il colore al segnale del flusso; in tal modo le variazioni del flusso sono più facilmente individuabili.

Fonti

www.my-personaltrainer.it

I commenti sono chiusi.