Esame delle feci

Definizione

L’esame delle feci consiste nell’analisi di un campione fecale raccolto dal paziente secondo le modalità prescritte dal medico.

Tipologie

Tale esame comprende:

  • valutazioni macroscopiche che prendono in considerazione aspetto, colore, odore, consistenza;
  • chimiche che prendono in coinsiderazione pHacidi grassisangue ed altri contenuti;
  • microbiologiche che prendono in considerazione coprocoltura e ricerca di parassiti;

L’esame delle feci può quindi rivelarsi di grande aiuto nella diagnosi di alcune infezioni e malattie che interessano l’intestino, il fegato o il pancreas.

Eventuali anomalie possono comunque essere prodotte semplicemente da quanto mangiato o da farmaci assunti.

Modalità di raccolta

Riguardo l’importanza delle modalità di raccolta, in genere il campione fecale dev’essere privo di:

  • contaminazioni di urina;
  • sangue mestruale;
  • acqua del wc, raccolto dopo igiene anale con acqua tiepida (senza disinfettanti) tramite l’apposita spatolina, posto in un contenitore sterile acquistabile in farmacia o fornito direttamente dal laboratorio, quindi refrigerato subito dopo il prelievo.

Fonti

my-personaltrainer.it

I commenti sono chiusi.