Faringe

Definizione

La faringe è un tratto del canale digerente po­sto dietro alle cavità nasali della bocca e della laringe. Fa seguito all’istmo delle fauci e prosegue nell’esofago.

Funzioni

La faringe consente il passaggio del bolo alimentare che, formatosi nella bocca, vi perviene attraverso l’istmo delle 400px-Faringefauci, con la deglutizio­ne.

La faringe costituisce anche parte delle vie aeree in quanto riceve aria dalle cavità nasali immettendola nella laringe.
 Le cavità nasali si aprono nella faringe attra­verso le coane, la bocca tramite l’istmo delle fauci e la laringe tramite l’orifizio laringeo (o adi­to alla laringe); tutte queste comunicazioni si ef­fettuano in corrispondenza della parete anterio­re dell’organo.

Si aprono inoltre nella faringe le tube uditive che stabiliscono una comunicazione tra la cavità della faringe stessa e la cassa del tim­pano.

Dove si trova

La faringe si trova nella testa e nel collo e si presenta come un condotto che decorre vertical­mente dalla base cranica fino a livello della 6a vertebra cervicale, per una lunghezza di 14-15 cm. Il condotto si presenta allargato nella parte alta e va restringendosi verso il basso dove assume un aspetto tubulare; è inoltre appiattito dall’avanti in dietro.

Com’è fatta

La faringe è divisa in una parte nasale (o rinofaringe), una parte buccale (orofaringe) e una parte laringea (laringofaringe).

  • La rinofaringe è posta tra l’estremità superiore della fa­ringe e la faccia superiore del palato molle che, durante la deglutizione, si dispone orizzontal­mente ed esclude il rinofaringe dalla via che il bolo alimentare percorre;
  • L’orofaringe è compresa tra la faccia inferiore del pa­lato molle considerato nella sua posizione oriz­zontale e un piano orizzontale che passa per il margine superiore dell’osso ioide;
  • La laringofaringe è compresa tra quest’ultimo piano e l’e­stremità superiore dell’esofago che corrisponde al limite già indicato della 6a vertebra cervicale;

Si descrivono nella faringe una parete ante­riore, una parete posteriore, due pareti laterali, un’estremità superiore e una inferiore.

I commenti sono chiusi.