Folgorazione

Cos’è

La folgorazione avviene quando il nostro corpo è colpito da un passaggio di corrente elettrica. Si tratta di un incidente domestico e di lavoro che fino a qualche tempo fa era purtroppo molto diffuso. Con le nuove norme di sicurezza domestiche e sul lavoro, tuttora si è drasticamente ridotto. Il danno causato all’organismo dipende da diversi fattori:

  • intensità della corrente;
  • tempo di esposizione;
  • percorso che la corrente segue all’interno del corpo;
  • massa corporea: il rischio cresce al diminuire della massa;
  • durata di permanenza della corrente attraverso il corpo.

Sintomi

Il paziente colpito da folgorazione presenterà [[ustione | ustioni], svenimento, carbonizzazione dei tessuti, giungerà in arresto respiratorio e in fibrillazione cardiaca. In quest’ultimo caso il cuore cessa di battere e comincia a tremolare, senza essere più in grado di mandare in circolo il sangue attraverso i vasi sanguigni.

Come intervenire

Il soccorritore che presta soccorso deve prestare molta attenzione a non rimanere a sua volta folgorato. Se l’infortunato è rimasto attaccato alla fonte elettrica bisogna immediatamente interrompere la corrente nel caso sia possibile, oppure togliere la vittima dalla fonte elettrica facendo ovviamente molta attenzione. Per allontanare l’infortunato dalla fonte elettrica è consigliabile utilizzare un legno, considerato un conduttore povero, facendo attenzione che non abbia parti metalliche ad alta conduttività e che sia ben asciutto. Dopo aver interrotto la corrente, bisogna subito verificare le condizioni del paziente. L’individuo è possibile che presenti delle ustioni, potrebbe aver perso coscienza, e potrebbe essere entrato in un grave arresto respiratorio o cardiaco. E’ di vitale importanza controllare respirazione, polso e ove necessario procedere alla rianimazione.

Gravità

La gravità della folgorazione dipende dall’intensità della corrente, dal tempo di esposizione ad essa, dal percorso che la corrente segue all’interno del corpo e dalla massa corporea. Se il paziente ha perso coscienza è necessario chiamare immediatamente i soccorsi oppure effettuare la rianimazione.

I commenti sono chiusi.