Gonorrea

Definizione

La gonorrea è una malattia venerea trasmissibile sessualmente, caratterizzata da perdite uretrali. Da tale infezione dipendono anche la cervice uterina, il retto, la faringe, e per diffusione ematogena le articolazioni (artrite gonococcica), il fegato (epatite) e il miocardio (miocardite). La gonorrea è un’infezione batterica causata da un batterio Gram-negativo, la Neisseria gonorrhoeae. La patologia si verifica più frequentemente negli adolescenti e nei giovani adulti, categorie nelle quali il rischio di contagio dipende in modo direttamente proporzionale dal numero di partner con i quali si hanno rapporti sessuali. Il periodo di incubazione della patologia va da una a due settimane. L’infezione può trasmettersi in modi diversi: generalmente accade per contatto diretto tra le mucose (coito, fellatio, rapporti anali, cunnilingus, bacio), ma è possibile anche la trasmissione per via indiretta (uso promiscuo dei servizi igienici, biancheria intima, ecc.), che però avviene raramente poiché il batterio coinvolto non è particolarmente resistente agli stimoli ambientali. La gonorrea può anche essere trasmessa dalla madre al neonato al momento del parto con conseguenze molto serie per il piccolo (grave forma di congiuntivite e/o artrite settica).

Sintomi

Purtroppo o per fortuna, nella maggior parte dei casi la gonorrea non produce alcun sintomo.

Quando ci sono sintomi, l’infezione può causare una minzione dolorosa e perdite dal caratteristico aspetto torbido dal pene o dalla vagina. Queste perdite possono avere consistenza vischiosa e colore verdastro o giallastro.

Gli uomini possono provare dolore ai testicoli, ed è possibile che questi si ingrossino.

Le donne, invece, possono provare dolore al basso ventre, avere dolore durante i rapporti e sanguinamenti anomali.

La gonorrea inoltre causa dolore rettale, specialmente quando si sta defecando; nel caso infettasse la gola, essa provocherebbe dolore alla gola.

Cura

La gonorrea è un’infezione batterica e pertanto può essere trattata in maniera efficace con antibiotici. Nelle donne, dato che l’infezione da gonorrea può raggiungere il tratto genitale superiore, causando la cosiddetta malattia infiammatoria pelvica, può generare febbre, dolore addominale, ascessi interni e dolori pelvici cronici. Se questa malattia non viene trattata in tempo, possono verificarsi serie conseguenze, come la sterilità: nelle donne l’infezione può danneggiare permanentemente le tube di Falloppio, portando ad infertilità e maggiore rischio di gravidanze extrauterine. Durante la fase gestazionale l’infezione da gonorrea può aumentare il rischio di aborto e parto prematuro. Negli uomini la complicazione più comune è quella che riguarda l’epididimo, una membrana a contatto con i testicoli. Qui la gonorrea può generare dolore e condurre ad infertilità.

I commenti sono chiusi.