Intolleranza alimentare

Definizione

Le intolleranze alimentari sono considerate come reazioni avverse del cibo. Queste reazioni possono essere tossiche, quando nel cibo sono presenti tossine e non tossiche quando invece l’individuo trova difficoltosa l’ingerenza di un determinato cibo, ciò significa che le reazioni non tossiche dipendono dalla suscettibilità della persona.

Cause

Le principali cause che potrebbero causare questo disturbo sono la carenza di vitamine e Sali minerali, agenti stressanti, malassorbimento intestinale e un problema immunitario.

Sintomi

I sintomi più comuni che provocano le intolleranze alimentari sono diarrea, dolori addominali, perdita di sangue con le feci e vomito. Più difficilmente prende gli organi.

Diagnosi

La diagnosi per le intolleranze alimentari viene effettuata per tentativi cioè per esclusione, vale a dire eliminare dalla dieta per un certo periodo di tempo uno specifico prodotto che pare sospetto.

Cura

All’intolleranza alimentare si può porre rimedio soprattutto seguendo una dieta che non comprenda cibi che possano dare fastidio alla persona interessata, la dieta va seguita regolarmente escludendo gli allergeni alimentari responsabili, solo così si elimineranno tutti i sintomi.

Fattori di rischio

I fattori di rischio delle intolleranze alimentari sono l’ereditarietà e quindi l’atopia, e l’esposizione all’antigene.

I commenti sono chiusi.