Ipertensione arteriosa

Cos’è

Si parla di ipertensione arteriosa quando i valori della pressione sanguigna si mantengono più alti della norma. Livelli di pressione minima tra i 90 e i 100 e massima tra i 140 e i 160 denotano una lieve forma di ipertensione, ma si può arrivare fino a casi gravi in cui la pressione massima raggiunge anche i 180 e la minima i 110. Alti livelli di pressione sanguigna aumentano la predisposizione del soggetto a ictusinfarto e aneurisma.

Tipologie

L’ipertensione può essere di due tipi:

  • Ipertensione idiopatica: quando non viene riconosciuta alcuna causa che possa aver generato l’ipertensione, il che obbliga il trattamento esclusivamente con appositi medicinali. Il 90% dei casi di ipertensione rientra in questa categoria.
  • Ipertensione secondaria: quando l’ipertensione ha una causa precisa per cui la risoluzione del problema originario porta alla scomparsa anche del conseguente aumento di pressione sanguigna. I casi di ipertensione secondaria sono più rari, circa il 10% del totale.

Le cause dell’ipertensione

Nel caso di ipertensione idiopatica, non è semplice individuare le cause; esistono però dei comportamenti che possono favorirne l’insorgere. Tra questi i più significativi sono legati ad uno stile di vita poco sano: infatti sedentarietà, dieta povera di vitamine e ricca di sodio, abuso di alcool e fumo, invecchiamento, stress. Non va dimenticato infine il fattore genetico. L’ipertensione secondaria, al contrario, ha cause ben precise che si individuano nell’insorgenza di alcune malattie tra cui l’ipertiroidismo, la sindrome di Cushing o una malattia reno-vascolare.

Sintomi

L’ipertensione non presenta sintomi evidenti, bensì si può diagnosticare semplicemente misurando la pressione sanguigna con regolarità. Nonostante ciò, ci sono segnali che possono segnalare l’eccessiva pressione sanguigna e sono mal di testa continuo, vertigini e sanguinamento frequente dal naso. Sebbene questi sintomi non siano esclusivi dell’ipertensione e allo stesso tempo possano anche essere assenti, è consigliabile fare un controllo se si dovessero presentare.

Cura

In caso di ipertensione idiopatica lieve, la cura migliore è uno stile di vita sano tenendo lontano il più possibile lo stress, con una dieta povera di grassi saturi e sodio. È indispensabile tenere sotto controllo il peso, fare attività fisica ed evitare fumo, alcool e droghe. L’approccio farmacologico è necessario solo se il problema è di un certo livello e solo sotto prescrizione medica in seguito a un esame specifico.

Fonti

www.fioriblu.it

I commenti sono chiusi.