Urina

Definizione

L’urina è una soluzione di colore ambrato prodotta dall’attività di filtrazione del rene, organo atto a mantenere costante volume, osmolarità e pH del sangue, oltre che ad equilibrare le concentrazioni dei vari soluti che circolano al suo interno.

Gli eccessi vengono compensati aumentando i fenomeni di escrezione con le urine, mentre le carenze vengono colmate riassorbendo quanto filtrato e riducendone di riflesso l’eliminazione urinaria. Per questo motivo la composizione qualitativa e quantitativa dell’urina fornisce informazioni su molti processi fisiologici e patologici che si verificano nell’organismo.

In condizioni normali, l’acqua rappresenta circa il 95% in peso dell’urina; per il resto, un ruolo di primo piano è ricoperto dall’urea (2-2,5%), dall’azoto (1-1,5%) e dal cloruro di sodio(1-1,5%). Nell’urina si possono inoltre ritrovare sali minerali:

  • sodio;
  • calcio;
  • potassio;
  • magnesio;
  • acido urico;
  • pigmenti biliari;
  • ammoniaca;

ed eventuali metaboliti di farmaci e molte altre sostanze.

Salvo sottostanti patologie è più raro riscontrare concentrazioni significative di:

  • glucosio in caso di diabete;
  • pus;
  • acetone in caso di digiuno prolungato o di diabete;

A fronte dei quasi 200 litri di plasma filtrati quotidianamente dal rene, la quantità di urina prodotta da un uomo adulto si aggira intorno al litro e mezzo giornaliero con ampie variazioni in base allo stato di idratazione. Dal rene, l’urina fluisce nella pelvi renale, quindi nell’uretere che la convoglia nella vescica, organo cavo preposto al suo accumulo. La vescica ha una capacità di circa 500 ml e al bisogno viene svuotata attraverso la minzione, quando l’urina viene emessa all’esterno attraverso l’uretra.

Fonti

www.my-personaltrainer.it

I commenti sono chiusi.