Utero retroverso

Definizione300px-Utero-retroverso

Per utero retroverso si intende utero che è rivolto all’indietro rispetto alla parte frontale del bacino. Normalmente, le donne nascono con l’utero rivolto verso l’alto e verso il basso all’interno del bacino, o inclinato leggermente in avanti, verso lo stomaco. Alcune donne hanno possono avere un utero che s’inclina all’indietro, puntando verso la colonna vertebrale e questo tipo di utero è detto utero a punta. Generalmente non comporta complicazioni di salute, può occasionalmente causare sintomi dolorosi o segnalare altri disturbi legati all’apparato genitale.

Cause

Nella maggior parte dei casi, la causa è di natura genetica; alcune donne sono semplicemente nate così; alcune in fase post parto o in seguito ad un aborto; altre durante la menopausa; altre ancora, in conseguenza a ricorrenti stati di infiammazione pelvica o endometriosi.

Sintomi

La maggior parte delle donne che hanno l’utero retroverso non accusano nessun disturbo particolare fino al momento del menarca. I fenomeni sono dolore durante le mestruazionidurante i rapporti sessualiincontinenzamal di schiena, aumento del numero d’infezioni del tratto urinario, ovulazione irregolare, difficoltà a concepire e impossibilità di usare assorbenti interni.

Diagnosi

Questo problema può essere diagnosticato attraverso tre tipi di ecografia: intrauterina; addominale e retto-vaginale.

Terapia

È possibile sottoporsi ad alcuni tipi di terapie, anche se non sono del tutto consigliabili, come esercizi ginnici, il pessario e la chirurgia.

Gravidanza e concepimento

In linea generale l’utero retroverso non crea problemi in gravidanza dato che l’utero è un organo mobile, la sua collocazione cambia con l’aumento del volume, man mano che cresce il feto. Per quanto riguarda il concepimento, le teorie sono controverse. Si può affermare che la natura ha creato l’utero femminile inclinato verso l’addome per agevolare la risalita degli spermatozoi dalla vagina. Tuttavia, non sembra che la retroversione impedisca più di tanto tale risalita.

Fonti

www.lasaluteinpillole.it

I commenti sono chiusi.