Verruca

Definizione250px-Verruca

Le verruche, sono piccole protuberanze cutanee, talvolta dolenti, dalle sfumature giallo-grigiastre e dalla forma semisferica. Le verruche colpiscono soprattutto in giovane età, localizzandosi preferibilmente sul dorso delle mani, alle piante dei piedi e nel contorno ungueale. Sono sostenute da un’infezione virale che spesso si trasmette attraverso l’uso promiscuo di ambienti pubblici, in sopratutto frequentando docce, piscine e campi sportivi aperti alla comunità.

Tipologie

Tra i diversi tipi di verruche distinguiamo:

  • Verruche comuni: Evidenziabile di solito sulle dita, sulle mani, sulle ginocchia e sui gomiti, la verruca comune è una piccola escrescenza dura, di forma arrotondata e solitamente di colore grigiastro marroncino;
  • Verruche piane: Sono più lisce rispetto agli altri tipi di verruche e la loro sommità è piatta. Le verruche piane possono essere di colore rosa, marroncino o giallastro. Nella maggior parte dei bambini che ne sono colpiti le verruche piane compaiono sul viso, ma possono anche manifestarsi sulle braccia, sulle ginocchia o sulle mani e possono comparire a grappoli;
  • Verruche plantari: Compaiono sulla pianta del piede e possono essere estremamente fastidiose;
  • Verruche filiformi: Hanno una forma allungata, di solito sono dello stesso colore della pelle e spesso si formano all’interno o nelle vicinanze della bocca, degli occhi o del naso.

A volte le verruche sono sessualmente trasmissibili e appaiono nella zona genitale, ma la maggior parte di esse compare sulle dita, sulle mani e sui piedi.

Cause

Le verruche sono infezioni della pelle causate da virus della famiglia del papilloma virus umano (HPV). Possono colpire qualsiasi parte del corpo, ma tendono ad invadere le aree calde e umide, come i taglietti od i graffi sulle dita di mani e piedi.

Trasmissione

Il semplice contatto con una verruca di qualcun altro non garantisce automaticamente che anche voi contrarrete l’infezione. In realtà però i virus che causano le verruche si trasferiscono proprio da persona a persona tramite il contatto fisico ravvicinato o tramite il contatto con una superficie toccata dalla persona infetta, come il tappetino per la doccia o il pavimento della doccia. Un taglietto o un graffio può rendere qualsiasi area della pelle più vulnerabile alle verruche ed anche pizzicare una verruca può far diffondere l’infezione in altre parti del corpo. La lunghezza del periodo che trascorre tra l’esposizione al virus che la provoca e la comparsa della verruca è variabile. Le verruche possono crescere molto lentamente e, in alcuni casi, possono impiegare settimane o ancor più tempo a svilupparsi.

Terapia

Le verruche di solito non causano alcun problema, quindi non sempre è necessario asportarle. Senza alcuna cura una verruca può impiegare dai sei ai due anni per scomparire. Il medico potrebbe decidere di asportare una verruca se causa dolore o interferisce con la normale attività a causa del fastidio che provoca. Esistono diversi metodi per asportare le verruche, come ad esempio:

  • farmaci con o senza obbligo di ricetta da applicare sulla verruca;
  • bruciare la verruca usando una lieve scossa elettrica (elettrocoagulazione);
  • congelare la verruca con l’azoto liquido (questa procedura prende il nome di crioterapia);
  • usare la terapia laser (con le verruche più ostinate).

Sembra tuttavia che nessun trattamento abbia una probabilità di successo superiore al 70% circa. La verruca potrebbe scomparire entro alcuni giorni dall’inizio della terapia medica, oppure potrebbero essere necessarie diverse sedute di terapia; di norma non si asportano le verruche chirurgicamente perché l’intervento potrebbe lasciare delle cicatrici e la verruca potrebbe ripresentarsi. Se il paziente è adolescente o più grande ed ha una verruca piccola su una zona non particolarmente delicata (su un dito, per esempio), chiedete al medico od al farmacista se sia opportuno usare un medicinale da banco per rimuovere la verruca. Questa cura può impiegare diverse settimane o mesi prima di dare risultati apprezzabili, ma alla fine la verruca dovrebbe staccarsi da sola dalla pelle sana. I farmaci contro le verruche contengono sostanze chimiche pericolose e dovrebbero essere usati con cautela, perché possono anche ustionare le aree di pelle sana. Chiedete al vostro medico prima di usare un qualsiasi farmaco da banco contro le verruche sul viso o nella zona genitale.

E’ poi importante:

  • Ammorbidire la verruca in acqua tiepida e rimuovere la pelle morta sulla superficie della verruca con una limetta (da non usare mai per le unghie) prima di applicare la medicina;
  • Fare attenzione a non passare la limetta direttamente sulla verruca;
  • Tenere la verruca coperta mentre la medicina fa effetto;

E’ infine consigliabile non grattarla, graffiarla o pizzicarla, per evitare di diffondere il virus in un’altra parte del corpo o farla infettare.

Prevenzione

Non esiste un modo sicuro per prevenire le verruche, ma è sempre buona norma lavarsi le mani e la pelle regolarmente ed accuratamente. In caso di tagli o graffi usate acqua e sapone per pulire la zona e poi disinfettate bene la ferita, perché piccole ulcerazioni aperte della pelle sono zone maggiormente a rischio per le verruche e le altre infezioni. È poi buona norma indossare sandali impermeabili o di gomma negli spogliatoi, nelle docce ed in piscina.

Fonti

www.farmacoecura.it

I commenti sono chiusi.