Photo Credit To AREU Lombardia / Corriere.it

Maxiemergenza in A4: l’evento, il significato e i protocolli

a4-2È di queste ore la notizia di un incidente stradale sull’A4 con il coinvolgimento di due mezzi pesanti e di un pullman pieno di passeggeri.
Tutto è avvenuto all’altezza della barriera di Milano Est: il pullman sembra essersi trovato tra i due mezzi pesanti, in un doppio tamponamento dagli esiti fortunatamente non tragici, nonostante i 35 trasporti verso tre ospedali della zona. Queste le prime ricostruzioni che si possono raccogliere sui principali media; i quali pongono l’accento sull’operato del 118 – in realtà AREU – che ha “attivato una procedura di maxiemergenza”.
Ma cosa significa e cosa comporta l’attivazione del protocollo di maxiemergenza in Lombardia?
Oltre al mero significato tecnico della parola e alla descrizione giornalistica dell’accaduto, è interessante capire come viene trattato un evento simile in una delle aree più popolate del paese e più soggetta ad eventi di massa ed eventi maggiori.
È possibile comprendere molto dal “Manuale maxiemergenza”, il testo su cui si formano i soccorritori lombardi, che tratta tutti gli aspetti principali del caso.

Ecco il documento, in cui trova spazio un’accurata descrizione delle varie tipologie di catastrofe, la pianificazione, la descrizione della catena di comando e in cui vengono mostrati ai futuri operatori gli strumenti e i protocolli da adottare; esemplificativi per le due categorie sono il kit maxiemergenza e il sistema di triage S.T.A.R.T.

L'autore

Matteo Pancotti

Studente infermiere, coordinatore di 1° livello CRI nelle Attività di Emergenza, Delegato Tecnico Locale alla comunicazione e allo sviluppo associativo del Comitato CRI dell'Area Sud Milanese.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X