Ordine dei Medici di Bologna, il Presidente Pizza diventa l’eroe dei #novax: interviene la Regione

Ordine dei Medici di Bologna, il Presidente Pizza diventa l’eroe dei #novax: interviene la Regione

Il primo aprile è lontano, e ci sono arogmenti su cui non è il caso di scherzare. Come per esempio la somministrazione dei vaccini obbligatori ai bambini, o i dati internazionali relativi all’immunità di gregge. Invece il Presidente dell’OMCEO di Bologna, Giancarlo Pizza (si, quello famoso per aver sospeso i medici del 118 che avevano redatto protocolli infermieristici simili a quelli in vigore in tutto il mondo, lo stesso che è stato anche fulcro di un’inchiesta di Report sulla chirurgia estetica) ha deciso di asserire – in diretta nazionale su Rai Tre – che l’immunità di gregge è abbastanza elevata e non si può costringere un genitore a vaccinare il proprio figlio. Meglio, le frasi esatte sono:

«Io sono un immunologo e non farei mai vaccinare un bambino con una disfunzione immunitaria, perché non sappiamo a cosa andiamo incontro, quindi una valutazione attenta ci deve essere».

«Non mi pare che siamo in una situazione d’emergenza. La percentuale di vaccinati, parlo soprattutto della prima infanzia, non è tale da destare allarme, è abbastanza alta e l’effetto gregge viene ancora garantito. Credo che si tema soprattutto un effetto a cascata».

Vaccini-e-radiazioni.-Il-presidente-dell-Ordine-dei-Medici-di-Bologna-La-situazione-richiede-equilibrio-da-parte-di-tutti_articleimageBisogna dire che questa non è la prima volta che Pizza viene preso come baluardo difensivo  dagli antivaccinisti. Ne è prova un articolo del Corriere della Sera del 2016, in cui il presidente dell’OMCEO regionale si schierava contro “l’extrema-ratio” della radiazione per i medici che sconsigliavano la vaccinazione dei bambini.

Stavolta però Pizza dovrà scontarsi con l’assessore regionale alla salute ed ex direttore generale dell’Ospedale Maggiore di Parma, il dottor Sergio Venturi: “La dichiarazione di Pizza è un fatto grave perché viene da chi dovrebbe proteggerci dai medici stregoni e sanzionarli come ha fatto il suo collega di Treviso. E come indica chiaramente la Federazione nazionale degli Ordini medici. Ed è grave perché rappresenta un’istituzione”.

Tramite il suo account ufficiale facebook, l’assessore sottolinea che “oltre a non ritenere allarmante il fatto che l’attuale copertura vaccinale sia scesa sotto il 95%, soglia minima di sicurezza per la collettività stabilita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il presidente dell’Ordine dei medici di Bologna giudica ‘controverso’ l’obbligo vaccinale stesso e si dice ‘preoccupato per l’intervento della magistratura’, dopo che il Consiglio di Stato ne ha invece sancito la necessità a tutela della salute pubblica. Dunque, sostiene che è discutibile l’obbligo di vaccinazione, andando contro una sentenza del Consiglio di Stato, una legge nazionale mai abolita e una legge regionale, quella dell’Emilia-Romagna, che prevede la vaccinazione obbligatoria per iscrivere i bambini agli asili nido pubblici e privati. Provvedimento di cui siamo orgogliosi e col quale abbiamo aperto la strada a livello nazionale. E ciò è tanto più grave perché viene da chi dovrebbe proteggerci dai medici stregoni e sanzionarli come ha fatto il suo collega di Treviso. E come indica chiaramente la Federazione nazionale degli Ordini medici. Ed è grave perché rappresenta un’istituzione”.

“Viceversa – ricorda Venturi – lui ha sospeso per sei mesi un direttore sanitario perché applicava le delibere della nostra Regione. Due pesi e due misure? E chi misura l’incoerenza? Soprattutto quando c’è in gioco un tema come la salute delle persone, in particolare quella dei bambini, a partire dai più deboli alle prese con gravi patologie, e quindi più esposti?”.
In un post precedente Venturi aveva sottolineato che “il Presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna sostiene che l’immunità di gregge (quella che protegge tutti grazie ad un tasso vaccinale almeno del 95% della popolazione) da noi non è in discussione. Su quali basi cliniche? Su quali dati? Intanto in Italia da iniziò anno oltre 1600 caso di morbillo. Orgogliosi del nostro provvedimento”.

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X