Finale Ligure, ubriaco picchia i soccorritori e distrugge l’ambulanza

Finale Ligure, ubriaco picchia i soccorritori e distrugge l’ambulanza

FINALE LIGURE – Un ubriaco di 24 anni ha picchiato soccorritori e medici di un’ambulanza a Finale Ligure, dopo essere rinvenuto dallo stato di incoscenza in cui si trovava. Secondo la ricostruzione di IGV i volontari della Croce Bianca e i medici del 118 hanno pagato a caro prezzo il loro intervento in aiuto di S.O. 24enne di nazionalità albanese che aveva accusato un malore presumibilmente dovuto all’assunzione di sostanze alcoliche.

L’episodio si è verificato a mezzanotte e mezza sul lungomare di Varigotti, quando alcuni passanti hanno chiamato il 118 per il paziente che, all’apparenza sentitosi male dopo una serata a base d’alcol, giaceva a terra in stato di incoscienza. La centrale ha così inviato l’automedica Sierra 1 di Albenga e un’ambulanza della Croce Bianca di Finalmarina, sulla quale è stato caricato per il trasporto in ospedale in codice rosso di tipo neurologico.

Quando il giovane ha ripreso conoscenza, però, ha iniziato a dare in escandescenze aggredendo il personale sanitario: prima ha iniziato a picchiare il medico che era con lui sul mezzo, quindi il milite che ha aperto il portellone per tentare di frapporsi tra i due. Proprio il milite è quello che ha patito le conseguenze peggiori, ricevendo il portellone in pieno volto e finendo in ospedale con una prognosi di 5 giorni. L’ambulanza ora ha un vetro sfondato e non può essere usata per altri servizi.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X