“Siria chiama Italia risponde” ma gli aiuti umanitari sono bloccati alla frontiera

“Siria chiama Italia risponde” ma gli aiuti umanitari sono bloccati alla frontiera

La burocrazia può soffocare anche le più buone intenzioni e le migliori iniziative. E’ il rischio che sta correndo oggi “Siria chiama Italia risponde” l’iniziativa nata nelle Marche per portare aiuto e sostegno ai rifugiati e alle persone colpite dalla guerra civile siriana. Una colonna di aiuti ormai alla sua undicesima missione che vede i volontari del gruppo (coordinati da ONSUR e OSSMEI) sono infatti bloccati da 4 giorni alla frontiera fra Grecia e Turchia. Le 5 ambulanze dirette in Siria sono cariche di generi medicinali sia per adulti che per bambini. E sono soprattutto i presidi pediatrici che rischiano il deperimento, sotto il sole turco. Flebo e latte per neonati rischiano di dover essere buttati se non si muove qualcosa per far ripartire la spedizione, ferma - secondo le autorità doganali – per un cavillo burocratico. La pazienza ormai è terminata: “Si deve muovere qualcuno per farci ripartire – racconta Wasim Charaf, uno dei volontari – altrimenti il materiale rischia di deperire e i nostri sforzi rischiano di essere stati vani”.

Una cosa simile non era ancora capitata a ONSUR e OSSMEI che da più anni portano aiuto alle popolazioni in difficoltà e sono ormai “veterani” di questo tipo di missioni umanitarie. Alla spedizione, per la seconda volta, si è unita la colonna di “Un Ponte per la Siria“, iniziativa nata in Basilicata che ha prodotto un bellissimo documentario relativo agli aiuti che possono essere dati alla popolazione siriana martoriata dalle atrocità

La storia di ONSUR invece è in questo video, a favore della campagna mondiale di sostegno al popolo siriano

 

OSSMEI invece è la Organizzazione Siriana dei Servizi Medici e di Emergenza in Italia

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X