Elisoccorso e 118 Piemonte in lutto: il coronavirus ha stroncato anche Davide Cordero

Elisoccorso e 118 Piemonte. Una vita vissuta con pienezza, quella di Davide Cordero: 63 anni, medico anestesista in servizio al Policlinico di Monza, è stato uno dei fondatori del 118 Piemonte e un pioniere del servizio di Elisoccorso.

 

Elisoccorso e 118 Piemonte sconvolti: scompare un precursore

A queste già meritorie attività ha affiancato quella di aiuto nei favori dell’Africa: per molti anni è stato vicepresidente della ong con sede a Moncalieri Rainbow For Africa. Un continente che aveva nel cuore, e del quale conosceva particolarmente il Rwanda. Attendeva l’ormai vicina pensione per potervi tornare.

A dare l’annuncio della scomparsa, avvenuta poche ore fa, sono stati i colleghi e gli amici: il dottor Cordero aveva contratto il Covid-19 ad inizio aprile, ed era stato ricoverato nel medesimo nosocomio che lo vedeva spendersi per la salute del prossimo.

Con la divisa della Croce Rossa si era poi prodigato come medico durante la guerra del Golfo
Laureato in medicina nel 1979 a Torino, Cordero si è specializzato in anestesia e rianimazione a Ferrara, ha lavorato alle Molinette, al Martini e a Chivasso.

Per diversi anni, come scritto sopra, ha lavorato anche sulle ambulanze aeree per il recupero  e l’assistenza dei pazienti durante i trasporti sanitari.

Una grave perdita per coloro che lo amavano, ma a ben guardarne la vita, per la collettività nel suo insieme.

PER APPROFONDIRE:

VISITA IL SITO DI RAINBOW FOR AFRICA

ELISOCCORSO 118, MISSIONI HEMS E OPERAZIONI SAR

118, UNA NUOVA STRADA È POSSIBILE?

EMERGENZA CORONAVIRUS, IL TRASPORTO IN ELISOCCORSO DI PAZIENTI CON GRAVI INSUFFICIENZE RESPIRATORIE

 

I commenti sono chiusi.